Cerca

Vatican News

La pandemia senza controllo in Asia e America Latina

"Lo stesso Consoglio nazionale degli esperti creato dal Governo afferma che il Bangladesh è ad alto rischio se non vengono messe in atto urgentemente misure severe per arginare il contagio di coronavirus", racconta da Khulna, terza città del Paese asiatico, il missionario saveriano Marcello Storgato. "Qui i poveri sono aumentati a dismisura con l'imposizione dei vari lock-down prorogati più volte. Milioni di famiglie disperate, malnutrite e indebitate. Lo stesso Consiglio nazionale ha ammesso che l'allentamento del divieto di spostarsi, deciso per la festa di chiusura del Ramadan, è stato un grave errore che ha peggiorato il contagio".  

"Il Messico è un paese ancora in fase espansiva per quanto riguarda la pandemia di coronavirus. Qui non c'è stata un'esplosione in una sola città ma un progressivo aumento. Nonostante le misure sanitarie di distanziamento siano in vigore da tre mesi gli esperti dicono che qui non si è ancora raggiunto il picco dei contagi". A raccontarlo da Città del Messico è il missionario del Pime Alessandro Maraschi. "La metà dei casi sono nella zona della capitale che è la più densamente abitata. Nelle zone rurali le popolazioni hanno poche informazioni e per raggiungere gli ospedali più vicini bisogna fare lunghi viaggi. Sono luoghi dove addirittura molti pensano che il virus non esista". 

Con noi:

Padre Marcello Storgato, missionario saveriano in Bangladesh, dal 1972 al 1993 nella missione rurale di Bhoborpara e poi al Centro Socio Catechetico Nazionale di Jessore. Dopo 24 anni in Italia, come direttore fel mensile "Missionsri Saveriani", dal 2017 e' tornato in Bangladesh nella casa di accoglienza saveriana a Khulna.

Padre Alessandro Maraschi. missionario del Pime in Messico dall'ottobre scorso. Attualmente si trova nella capitale, nella casa dei Missionari di Guadalupe per lo studio della lingua.

 

Conduce:

Fabio Colagrande

23 giugno 2020