Cerca

Vatican News

Ettore Roesler Franz e Roma sparita

Roma com'era. Viaggio attraverso gli acquerelli del pittore vedutista Ettore Roesler Franz, il primo che rappresentò a colori la Roma tra il 1870 e il 1880. E’ a lui che si devono i tanti paesaggi pittoreschi che testimoniano la vita della seconda metà dell’800 nei propri scorci alle volte intimi, alle volte di strada, come i mestieri all’aperto che ora non esistono più. Nel 1883 il Sindaco di Roma, Leopoldo Torlonia, acquista dall’artista i 40 acquerelli che componevano la prima serie di “Roma Sparita” e che furono inizialmente conservati nel Palazzo Senatorio del Campidoglio. Poi, il 4 maggio 1908, un anno dopo la morte del pittore, il Comune di Roma, attraverso il sindaco Ernesto Nathan, comprò i rimanenti 80 acquerelli che componevano la seconda e terza serie di "Roma Sparita". Attualmente il Comune ne possiede 119, perché un acquerello è andato perduto a Colonia, in Germania, nel 1966 durante una mostra. Intervista al pronipote di Ettore, Pierluigi Roesler Franz che racconta chi fosse il suo antenato, la sua passione per la pittura e il desiderio di conoscere il mondo.

(Eliana Astorri)

27 aprile 2021