Cerca

Vatican News

Aumenta la fame nel mondo: conflitti, clima ed economie deboli le cause - prima parte

Cura e conduzione: Paola Simonetti 

Ospite: Valentina Conti - Economista presso la FAO 

La piaga della fame nel mondo stenta a ridurre i propri contorni. L’obiettivo prefissato dalle Nazioni Unite di “fame zero” entro il 2030 purtroppo sembra oggi un po’ più lontano di ieri. Lo rivela il rapporto, l’ultimo di una serie,  “Lo stato della sicurezza alimentare e della nutrizione nel mondo” presentato di recente dalla Fao, agenzia dell’Onu. I dati ci dicono che l’impossibilità di accedere al cibo si è allargata invece di diminuire. E che d’altro canto, la malnutrizione si esprime anche con un fenomeno che appare come contrario alla fame, ma che di fatto ne é parte integrante: la sovralimentazione e dunque l’obesità. Alla base del peggioramento i conflitti, i cambiamenti climatici ed economie deboli non in grado di guardare al futuro. 

19 luglio 2019