Cerca

Vatican News

Il peso della Brexit sull’Irlanda del nord: rischi e dinamiche di un cambiamento epocale - prima parte

Cura e conduzione: Paola Simonetti 

Ospite: Dario Fabbri - Giornalista della rivista italiana di geopolitica "Limes"

Sull’annoso capitolo della Brexit, l’uscita del Regno Unito dall’Unione europea, non si è ancora trovato un accordo definitivo. Il 31 ottobre è la scadenza stabilita. Una vicenda ancora ingarbugliata, piena di contraddizioni e intoppi nella quale sembra davvero difficile capire quali siano i reali interessi in gioco. Si dibatte moltissimo di ripercussioni economiche a largo raggio, ma il nodo dei nodi resta in verità la questione dell’Irlanda del Nord, con il capitolo  “backstop” ovvero la  possibilità di una “rete di protezione” sul confine tra Irlanda e Irlanda del Nord nel caso in cui i negoziatori europei e britannici non trovino un’intesa. Una sorta di assicurazione che permetterebbe all’Irlanda del Nord di rimanere nel mercato comune europeo e nell’unione doganale senza che vengano ripristinati i controlli alla frontiera con l’Irlanda. In questo modo l’Irlanda del Nord resterebbe nell’Ue dal punto di vista economico, mentre il resto della Gran Bretagna si troverebbe fuori. In molti temono che questo delicato aspetto possa riaprire il pericolo di violenze, che possa riaffermarsi una nuova stagione di sanguinosi attentati. 

04 ottobre 2019