Versione Beta

Cerca

Vatican News

Giustizia per i delitti contro i giornalisti

 800 giornalisti assassinati negli ultimi 10 anni. L’anno più sanguinoso è stato il 2012, con 124 omicidi. I delitti contro gli operatori dei media sono crimini contro i diritti umani, perché ledono libertà fondamentali e minano i principi dello stato di diritto. Pericoli che sono stati riconosciuti a livello internazionale con una risoluzione dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite nel 2013, con cui veniva istituita la “Giornata internazionale per mettere fine all’impunità per i crimini commessi contro i giornalisti”.
Ad oggi, la realtà dei fatti ci dice che solo un caso su 10 di delitti commessi contro giornalisti si conclude con una condanna.
La giornata di quest’anno pone l’attenzione si 7 paesi: Messico, Pakistan, Afghanistan, Iraq, Yemen, Somalia e Ucraina. Da oggi per 21 giorni la Federazione internazionale dei Giornalisti IFJ porterà avanti la campagna intitolata #EndImpunity.
Ne abbiamo parlato con il Segretario generale della Federazione Nazionale della Stampa Italiana, Raffaele Lorusso, con Raffaele Crocco, fondatore e direttore dell’Atlante dei conflitti nel mondo e con la giornalista di Repubblica, Federica Angeli
 

02 novembre 2018