Versione Beta

Cerca

Vatican News

Elogio della mano, in mostra a Roma i lavori di Liu Zi Xia

Lo storico dell'arte francese Henri Focillon scriveva negli Anni 30:  “L’arte si fa con le mani, strumento della creazione, ma prima ancora organo della conoscenza”. La prima mostra di Liu Zi Xia in Italia prende il nome proprio dal titolo dell'opera di Focillon "Eloge de la main". Un titolo che non poteva essere più adatto scelto grazie all'esperienza della curatrice, la storica dell'arte Silvia Bordini, che spiega: "Le mani parlano un linguaggio silenzioso, denso di simboli e messaggi legati alle regole di un’iconografia codificata da lungo tempo. Ma le mani che Liu propone allo sguardo non hanno la gestualità connessa alle strategie del racconto e del simbolo, sono mani femminili prive dagli attributi che solitamente indicano una posizione sociale o un’identità in riferimento a storie, miti, emozioni, rituali e leggende. Semplicemente emergono da un fondo incorporeo. Non sono parte di un ritratto ma sono esse stesse un ritratto, anzi un autoritratto, cioè presenza, tracce, ricordi di esperienze."

Noi abbiamo raccontato l'opera di Liu Zi Xia, grazie alla sua diretta testimonianza, all'aiuto di Silvia Bordini che ha curato la mostra, e alla testimonianza dello street artist MauPal,  al secolo Mauro Pallotta, autore di importanti opere dedicate al pontificato di Papa Francesco.

08 novembre 2018