Cerca

Vatican News

Dodici anni fa il terremoto dell'Aquila, la ricostruzione completata metà

A dodici anni dal terremoto dell’Aquila, a che punto è la ricostruzione? Quanto tutta la provincia sta ancora risentendo dei danni del sisma e della pandemia?  Ricordiamo che quella della notte del 6 aprile del 2009 fu la più grave delle una serie di scosse iniziate a dicembre dell’anno precedente. La magnitudo 5,9 della scala Richter provocò 309 morti, 1.600 feriti e 80 mila sfollati. Oltre 10 miliardi di euro i danni stimati. Nelle 48 ore dopo la scossa principale, si registrarono altre 256 scosse o repliche, delle quali più di 150 nel giorno di martedì 7 aprile. Un’intera città L’Aquila, e tutta la sua provincia, in ginocchio. Paesi come Onna e Paganica furono letteralmente rasi al suolo. 

A L’Aquila la disoccupazione sfiora il 10%. I sindacati dicono che gli occupati percepiscono redditi piuttosto bassi e molte persone che sono disoccupate o inoccupate sopravvivono grazie agli strumenti di sostegno al reddito. La difficoltà a far ripartire la produzione, il Covid hanno fatto schizzare in alto la povertà. La richiesta di pacchi alimentari alla Caritas è cresciuta del 70%.

Con noi:

Il sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi

 

Il direttore della Caritas dell'Aquila don Dante di Nardo

Il presidente di Confcooperative Abruzzo Massimiliano Monetti

Giustino Parisse, caporedattore del giornale il Centro

06 aprile 2021