Cerca

Vatican News

Il Pnrr per favorire la coesione e rilanciare il Mezzogiorno

L’Italia ce la farà a spendere bene i soldi del recovery plan? E dal piano di ripresa e resilienza arriveranno progetti concreti per il rilancio del Paese dopo la pandemia del Covid?

Si tratta di 248 miliardi che arriveranno dall’Europa per aiutare l’economia italiana, tra le più colpire in Europa dal Covid 19. Tra i capitoli di spesa più di 22 miliardi sono dedicati all’inclusione e alla coesione. La povertà assoluta torna a crescere e tocca il record dal 2005. Le stime preliminari Istat del 2020 indicano valori dell'incidenza di povertà assoluta in crescita sia in termini familiari (da 6,4% del 2019 al 7,7%), con oltre 2 milioni di famiglie, sia in termini di individui (dal 7,7% al 9,4%) che si attestano a 5,6 milioni. In sostanza oltre un milione di poveri in più.

Per la Caritas “tutto questo può essere realizzato solo attraverso un apporto strutturato della società civile, che rappresenta – non solo nelle fasi di emergenza –  il volto di un paese solidale e capace di reagire. È necessario dunque attivare una governance nazionale e territoriale capace di costruire una sussidiarietà concreta e fattiva

Con noi a Radio Vaticana:

Francesco Marsico, Caritas italiana

Emiliano Manfredonia, presidente Acli

Riccardo Ghidella, imprenditore

Ermete Realacci, Fondazione Symbola

(trasmissione realizzata da Alessandro Guarasci)

 

 

 

27 aprile 2021