Cerca

Vatican News

Dalla Ue aiuti senza precedenti per la crisi legata al Covid, ma serve di più

Che Europa sarà dopo il Covid 19? Servono nuove riforme in campo sanitario, ed economico per evitare che l’Unione Europea sia colpita da possibili nuove pandemie in futuro? Che cosa succederà dopo lo stop ad Astrazeneca?  

L’Europa ha reagito in modo massiccio alla crisi economica legata al coronavirus. Liquidità dalla BCE per 1.710 miliardi, prestiti da BEI e COSME per quasi 250 mld, 100 mld contro la disoccupazione grazie al SURE, 240 dal MES per le spese sanitarie, sospensione del patto di stabilità, flessibilità per gli aiuti di stato, impiego dei Fondi strutturali non utilizzati.  In Ue, i  l tasso di disoccupazione è passato dal 7,4% nel dicembre 2019 all’8,3% nel dicembre 2020. E l’aumento è stato limitato grazie alle misure di sostegno all’occupazione che hanno ammortizzato lo shock.

Con noi:

Stefano Riela, docente di economia dell'Unione Europea all'Università Bocconi e all'Università di Auckland in Nuova Zelanda".

Americo Cicchetti, professore ordinario di Organizzazione Aziendale alla Facoltà di Economia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore. 

Luca Jahier che fino a pochi mesi fa era presidente del Comitato Sociale ed econimico europeo. 

Il presidente del Cnel Tiziano Treu

 

Luca Visentini, segretario della Ces

16 marzo 2021