Cerca

Vatican News

In Europa vaccinazione a rilento, ora si guarda a Sputnik e Johnson

A che punto siamo con la vaccinazione contro il Covid in Europa? Quando si raggiungerà l’immunità di gregge? Quello di cui si discute in queste ore è la capacità dell’’Europa di essere autosufficiente nella produzione dei vaccini contro il Covid.

Il commissario Ue al mercato interno Thierry  Breton, che ha la delega sui vaccini, di “essere fiducioso sulla capacità dell'Europa di consegnare i vaccini sempre più rapidamente e confidiamo di poter vaccinare da qui all'estate tutti i cittadini europei". Thierry Breton ha precisato che  "a fine anno avremo in Europa una capacità produttiva di vaccini tra 2 e 3 miliardi l'anno, mentre gli Stati Uniti saranno a circa 2,5 miliardi. L'Europa sarà il primo continente per produzione".

Ora qualche forma di speranza arriva dal vaccino della Johnson e Johnson, mente la Regione Lazio avvia contatti per avere il russo Sputnik. Ed esplode il delle dosi Astrazeneca bloccate verso l'Australia, Intanto l'Oms chiede alle aziende produttrici di rinunciare alla titolarita dei brevetti.

 

Con noi: 

L’epidemiologica Stefania Salmaso

Il direttore della farmacia del Gemelli e segretario della Sifo Marcello Pani

Luigi Aurisicchio, amministratore delegato di Takis

Elda Baggio, presidente Msf

05 marzo 2021