Cerca

Vatican News

Le carovane di migranti in marcia verso il Messico con il sogno di un visto USA

A gruppi di decine di migliaia attraversano gli Stati dell'America Latina e dell'America centrale con il sogno di varcare il confine tra Messico e USA. Le crisi economiche, l'instabilità politica diffusa, le catastrofi ambientali e non ultima la pandemia alimenta il flusso migratorio verso il nord, verso la speranza di una vita migliore. I migranti che si muovono in carovana per evitare le violenze dei narcotrafficanti ed i soprusi delle forze di polizia degli Stati che attraversano sono la rappresentazione di un universo dolente che va ben oltre il continente latinoamericano. Tanti i migranti provenienti dall'Africa e dall'Asia che grazie alla possibilità di ottenere visti turistici tentano la sorte lungo questa rotta. E a far sperare sono anche le proposte di riforma dell'immigrazione avanzate dall'amministrazione Biden che, archiviate le rigidità trumpiane, punta alla regolarizzazione di ben 11 milioni di immigrati senza documenti e alla revisione della concessione del diritto d'asilo. Ne parliamo con Lucia Capuzzi, giornalista di Avvenire esperta dell'area e autrice del libro "Un continente in rivolta".

In questa puntata torniamo anche a parlare del Corno d'Africa e più esattamente della Somalia dove la decisione di rinviare le elezioni politiche ha scatenato il caos, con attentati e scontri tra fazioni avverse in tutto il paese. Ma ad alimentare l'instabilità di questo martoriato paese sono anche i tanti interessi economici e strategici internazionali. Meccanismi di geopolitica complessi, come ci spiega Nicola Pedde, direttore del centro studi IGS - International Global Studies.

Conduce: Stefano Leszczynski

22 febbraio 2021