Cerca

Vatican News

Myanmar: crescono le manifestazioni contro la giunta.

In quella che è stata la giornata con il maggior numero di manifestanti scesi per strada nelle principali città per protestare contro il colpo di Stato del 1 febbraio, le Nazioni Unite lanciano l'allarme per i timori crescenti di una brutale repressione delle proteste. Il relatore speciale Tom Andrews ha dichiarato alla stampa di temere che il militari possano commettere gravi crimini contro i diritti umani reagendo in maniera violenta contro i manifestanti. E la preoccupazione cresce anche in tutta la regione con un accorato appello dell'ASEAN alla normalizzazione della situazione in Myanmar dove si palesa sempre più concretamente il rischio di una ripresa della lotta armata da parte delle fazioni che in accordo con il precedente esecutivo avevano deposto le armi. Intanto, aumentano le accuse mosse dai militari nei confronti della leader deposta Aung San Suu Kyi.

Ospiti della trasmissione:

Emanuele Giordana - giornalista esperto di Asia per Lettera 22 e Atlante delle Guerre

Paolo Affatato - responsabile desk Asia dell'Agenzia Fides

Conduce:

Stefano Leszczynski

17 febbraio 2021