Cerca

Vatican News

Sclerosi multipla: il dramma delle discriminazioni e della violenza

Secondo i dati diffusi dall'AISM, l'Associazione Italiana Sclerosi Multipla, in Italia sono più di 126mila le persone colpite dalla malattia; nel mondo sono più di tre milioni. Eppure la scelerosi multipla viene ancora considerata una malattia 'rara'. Di essa non si conoscono i meccanismi che la provocano e non esiste un percorso di guarigione. Eppure la ricerca ha fatto passi da gigante: da un lato, la diagnosi sempre più precoce, dall'altro ben 16 diifferenti terapie a disposizione dei malati. Se dal punto di vista della scienza alcuni passi avanti sono stati fatti, molto resta però da fare a livello sociale. Sono infatti allarmanti i tantissimi casi discriminazione nei confronti di chi è affetto da questa forma di disabilità, soprattutto se si tratta di donne. Per contrastare questo odioso fenomeno, talvolta criminale quando sfocia in vere e proprie forme di violenza, AISM ha lanciato il progetto I>DEA – Inclusione >Donne, Empowerment, Autodeterminazione per fronteggiare e sconfiggere ogni forma di discriminazione e abuso sia in campo lavorativo che in famiglia e nell'accesso ai servizi socio sanitari.

Ospiti della trasmissione:

- Francesco Vacca - presidente nazionale AISM

- Marcella Mazzoli - Direttore delle risorse umane di AISM e referente del progetto I>DEA

- Silvia Ferrero - operatrice AISM tra le 100 'sentinelle' della Rete Empoverment Donne - RED

Conduce: Stefano Leszczynski

 

15 febbraio 2021