Cerca

Vatican News

Focsiv, la distruzione di terre fertili nel mondo può causare la diffusione di povertà e pandemie - 22.10.2020

Secondo il Terzo Rapporto “I padroni della Terra. Il Rapporto sull’accaparramento della terra 2020: conseguenze su diritti umani, ambiente e migrazioni.”, ideato e redatto da FOCSIV, sono 79 milioni gli ettari di terra fertile che sono state accaparrate, in questi anni, da parte di imprese multinazionali, finanza, investitori internazionali e Stati a danno delle comunità di contadini e dei popoli indigeni, nel quadro della competizione globale per le risorse naturali del Pianeta. La continua corsa alla terra con nuovi investimenti su grandi appezzamenti per la produzione di monoculture per l’alimentazione umana e animale, di biocarburanti, per piantagioni e il taglio di foreste, per l’estrazione mineraria, per progetti industriali e turistici, per l’urbanizzazione, realizzati in modo non sostenibile, causano migrazioni forzate e degradano la terra. Soprattutto, fanno perdere biodiversità e contribuiscono al riscaldamento del Pianeta. Questi due fenomeni creano le condizioni per la mutazione e diffusione dei virus che possono avere come conseguenza le pandemie, come quella attuale del Coronavirus. Per contrastare questo possibile crescente fenomeno occorre adottare strategie più olistiche di gestione dei rischi, di preparazione alle pandemie e la cooperazione internazionale è indispensabile con nuove regole per fermare l’accaparramento delle terre.

Spiritualità, turismo esperienziale, paesaggi, cultura. C’è tutto questo dietro il Cammino di San Tommaso, l’itinerario, nato nel 2013, che collega la città di Roma con la Basilica di San Pietro a Ortona, dove sono custodite le spoglie dell’Apostolo sin dal 1258, in un percorso di circa 316 chilometri. Partiti alle 10.00 di venerdì 16 ottobre da Piazza San Pietro, Alex Tucci, trentenne di Atessa (Chieti) e Roberto Martini 35 anni di Roma, hanno percorso il cammino di corsa. Martini ha dovuto poi lasciare il percorso, dopo 200 chilometri di strada per problemi fisici. I due giovani ultrarunner hanno attraversato il Lazio e l'Abruzzo correndo tra borghi, parchi e riserve naturali. Assistiti da un camper, hanno dormito poco, scegliendo di fermarsi solo per soste necessarie. Tucci è arrivato alla cattedrale di Ortona nella serata di domenica 18 ottobre, intorno alle 21.45. 

Con noi: 

Andrea Stocchiero, Ufficio Policy FOCSIV e curatore de I Padroni della Terra; 

Alex Tucci, giardiniere e architetto paesaggista, podista e ultra runner; 

conduce: Luca Collodi, collaborazione Lorenzo Ottaviani

22 ottobre 2020