Cerca

Vatican News

Alimentazione: "Etichetta narrante" il progetto di Crea per non vedenti - seconda parte

Ormai i consumatori sono molti attenti, prima di comprare, a cosa l’etichetta racconti del prodotto scelto. Gli ingredienti il cui abuso può essere nocivo, anche solo per la presenza di allergizzanti, sono rintracciabili leggendo l’etichetta. Ma chi non vede, come può accedere a questo tipo di informazioni, cruciali nel quotidiano? Una barriera informativa che si aggiunge alla giungla di quelle materiali di barriere, architettoniche o anche solo di fruizione di servizi di uso comune. Qualcuno si è chiesto come sarebbe stato possibile sperimentare un metodo per agirare questa esclusione, che di fatto limita la libertà e l’indipendenza personali. Ci ha pensato il Crea, ovvero il Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria, un ente dedicato vigilato dal Ministero delle politiche agricole, alimentari, forestali, che ha messo in campo una iniziativa semplice quanto genia: l’"etichetta narrante". 

Con noi: 

Gabriella Lo Feudo - Biologa e collaboratrice tecnica del Crea

Roberto Crocco - Vice presidente Unione Italiana Ciechi Cosenza 

Conduce: Paola Simonetti 

29 luglio 2020