Cerca

Vatican News

Italiani impauriti e più poveri: gli aiuti di Emergency e del Banco Alimentare del Lazio - prima parte

Incertezza economica ed esistenziale. Questo ha generato l'emergenza sanitaria da virus. Tanto che quei cittadini italiani che il danno da stop forzato l'hanno assorbito bene, hanno comunque timore e cercano rifugio nei risparmi. Ce lo dice una recente ricerca del Censis,segnalando che quasi 68% degli italiani ha paura per la situazione economica familiare. Una paura radicata nei territori e trasversale ai diversi gruppi sociali. Ma c'è una consistente fetta di popolazione che il risparmio non può neppure sognarlo: dati di Bankitalia raccontano che metà della popolazione ha perso reddito, il 30% non potrà permettersi nessuna vacanza, più di un terzo dei cittadini non ha risorse liquide sufficienti a far fronte alle spese per consumi essenziali per un periodo di 3 mesi. L'impatto particolarmente severo l'hanno avvertito naturalmente i lavoratori indipendenti e quelli  precari. Un'altra indagine, quella del Forum delle associazione familiari svolta su oltre mille famiglie, rivela che il 71% ha difficoltà economiche e nei prossimi tre anni teme l'aumento della povertà. Al Governo chiedono assegno per ogni figlio e una riapertura certa e chiara delle scuole. Tante le organizzazioni che si sono attivate sui territori per dare sostegno a chi non ce la fa, come Emergency e il Banco Alimentare del Lazio: i loro dati rivelano che sono tanti i nuovi soggetti impoveriti dall'emergenza virus, coloro che prima dello tsunami lockdown vivevano senza troppe difficoltà. 

Con noi: 

Francesca - Testimonianza di una mamma in difficoltà per l'emergenza Covid 

Giuliano Visconti - Presidente del Banco Alimentare del Lazio 

Lorenzo Siracusano  - Logista di EMERGENCY

 

Conduce: Paola Simonetti 

15 luglio 2020