Cerca

Vatican News

Omelia Santa Marta 7 gennaio 2020

Alessandro Di Bussolo - Città del Vaticano

La vita cristiana è rimanere in Dio, seguendo lo Spirito Santo e non lo spirito del mondo, che porta alla corruzione, al non distinguere il bene dal male. Papa Francesco riprende le celebrazioni del mattino a Casa Santa Marta, e nell’ omelia commenta così il brano dalla prima lettera di san Giovanni apostolo, nel quale l’evangelista riprende il consiglio di Gesù ai suoi discepoli: “Rimanete in Dio”.

Purtroppo molti cristiani, anche oggi, lamenta il Papa, identificano lo Spirito Santo solo con la colomba, e non come “la forza per rimanere nel Signore”. Lo spirito del mondo, invece, “ti fa dimenticare cosa è il peccato”, e pensare che si può fare tutto. Francesco racconta che in questi giorni un sacerdote gli ha fatto vedere un filmato di cristiani che festeggiavano il nuovo anno in una città turistica, in un Paese cristiano.

Festeggiavano il primo dell’anno con una mondanità terribile, sprecando dei soldi e tante cose. Lo spirito del mondo. “Questo è peccato?” - “No caro: questa è corruzione, peggio del peccato”. Lo Spirito Santo ti porta verso Dio e se tu pecchi lo Spirito Santo ti protegge e ti aiuta ad alzarti, ma lo spirito del mondo ti porta verso la corruzione, al punto tale che tu non sai distinguere cosa è buono e cosa è male: è tutto lo stesso, tutto è uguale.

07 gennaio 2020