Versione Beta

Cerca

Vatican News

Intervista a Mobeen Shadid sulla proteste dopo l'assoluzione di Asia Bibi

Michele Raviart - Città del Vaticano

Giornate di proteste in Pakistan dopo la sentenza di assoluzione di Asia Bibi, la donna cristiana imprigionata per otto anni e condannata a morte sulla basa della legge sulla blasfemia in vigore nel Paese. Richiesta la revisione del processo e il divieto di espatrio per la donna. Il governo schiera l’esercito a protezione dei cristiani. Mobeen Shadid, fondatore dell'Associazione pakistani cristiani: "la liberazione di Asia Bibi è un passo molto importante, ma in questi giorni abbiamo paura".

02 novembre 2018