Cerca

Vatican News
Il cardinale Ayuso Guixot ad Abu Dhabi nel 2020 per il primo anniversario del documento sulla Fratellanza Umana Il cardinale Ayuso Guixot ad Abu Dhabi nel 2020 per il primo anniversario del documento sulla Fratellanza Umana 

Francesco: la fratellanza è un modo di fare la storia

La prossima settimana, l’8 e il 9 novembre, la Georgetown University e la Civiltà Cattolica organizzano una conferenza dedicata alla cultura dell’incontro. Un valore, riafferma il Papa, per il quale vale “spendere le nostre energie” perché dialogo e rispetto sono “la via per edificare il futuro”

Vatican News

In un mondo come quello contemporaneo che pure “sa moltiplicare le connessioni” facciamo “fatica ad ascoltarci e a comprenderci”. Il dialogo dunque è e resta l’“espressione autentica dell’umano, una via che merita di essere intrapresa con pazienza per trasformare la competizione in collaborazione”. È uno dei pensieri che il Papa condivide in una lettera con obiettivo il “Berkley Center for Religion, Peace, and World Affairs” della Georgetown University e La Civiltà Cattolica, entrambi organizzatori della conferenza sul tema “The culture of encounter: the future of intercultural and interreligious dialogue”, in programma a Roma, a Villa Malta, dall’8 al 9 novembre prossimi.

Nel cuore della Fratelli tutti

L’appuntamento intende celebrare il primo anniversario della Fratelli tutti ed esplorare il significato e le implicazioni di una cultura dell’incontro per la Chiesa e il mondo. I discorsi programmatici sono stati affidati ai cardinali Luis Antonio G. Tagle e Miguel Ángel Ayuso Guixot, rispettivamente prefetto della Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli e presidente del Pontificio Consiglio per il Dialogo Interreligioso. Nel corso di tre sessioni saranno approfondite le novità dell’enciclica firmata dal Papa il 3 ottobre dello scorso anno ad Assisi e il Documento sulla fratellanza umana per la pace mondiale e la convivenza comune, sottoscritto ad Abu Dhabi il 4 febbraio 2019 da Francesco e dal Grande imam di Al-Azhar.

Energie per il dialogo

Il Papa ringrazia i promotori dell’incontro per l’impegno profuso su “un tema cruciale” –che, scrive, aiuta “tanti a diventare maestri e artigiani di una cultura che favorisca la comprensione reciproca” – e rilancia l’invito a “spendere le energie” nell’“educare all’apertura rispettosa nei confronti degli altri, riconoscendone i diritti e le libertà fondamentali”, giacché, sostiene, “è la via per edificare insieme il futuro”. La fratellanza, “intesa nel suo senso più profondo – conclude Francesco – è infatti un modo di fare la storia, compito nel quale vi invito ad impegnarsi con decisione”.

Da parte loro, gli organizzatori ricordano che la cultura dell’incontro è un tratto distintivo di Jorge Mario Bergoglio sin dalla sua esperienza come gesuita e come arcivescovo di Buenos Aires. Un concetto che sottolinea l’importanza dell’umiltà, della generosità e della pazienza come fondamenta per un dialogo produttivo, capace di superare le divisioni culturali, religiose e politiche.

04 novembre 2021, 15:44