Cerca

Vatican News

La preghiera del Papa per le vittime delle alluvioni in Germania

Francesco ha inviato un telegramma al presidente tedesco Steinmeier esprimendo la sua profonda partecipazione al dolore di chi ha perso i propri cari o di chi li cerca perché dispersi

Benedetta Capelli – Città del Vaticano

Il Papa non fa mancare il suo pensiero e la sua vicinanza alla Germania, colpita in questi giorni da un nubifragio che ha provocato inondazioni causando morti e distruzione. Al momento sono più di 90 le vittime, numerosi i dispersi.

In un telegramma, a firma del cardinale segretario di Stato Pietro Parolin, e indirizzato al Presidente della Repubblica Federale di Germania, Frank-Walter Steiner, Francesco si dice “profondamente colpito” da quanto accaduto nella Renania settentrionale-Vestfalia e nella Renania-Palatinato. Pertanto “ricorda nella preghiera le persone che hanno perso la vita ed esprime ai familiari – si legge - la sua profonda partecipazione”.

Nella sua preghiera ci sono anche “le persone che risultano ancora disperse”, i feriti e “quanti hanno subito danni o perso i propri beni per la forza della natura”. Implorando l’aiuto e la protezione di Dio, il Papa assicura la sua vicinanza spirituale a chi si sta prodigando quindi “alle forze di pronto intervento e ai soccorritori”.

Merkel: “è una tragedia”

Le immagini di quello che resta sono il segno della catastrofe provocata da due giorni ininterrotti di pioggia, dal conseguente rigonfiamento e l'esondazione di tanti corsi d'acqua di piccola e media dimensione, che ha trascinato via vite umane ma anche case, negozi, auto. La cancelliera Angela Merkel, in visita negli Stati Uniti, ha definito quanto accaduto “una tragedia”, dicendosi sconvolta per la situazione che si sta vivendo nel suo Paese, assicurando tutto l’impegno possibile per ritrovare i dispersi. Il maltempo non ha colpito solo la Germania: a causa delle inondazioni  vittime sono state segnalate anche in Belgio e alluvioni sono avvenute pure in Lussemburgo e Olanda.

(Ultimo aggiornamento 16 luglio 2021, 11.03)

 

 

15 luglio 2021, 20:50