Cerca

Vatican News

La vicinanza del Papa a Marco Impagliazzo per la morte del papà Dino

Una lettera personale con la sua firma: così Francesco ha voluto esprimere a Marco Impagliazzo, presidente della Sant'Egidio, le condoglianze per la recente scomparsa di suo padre. Nel testo Francesco ricorda l'operosità e la generosità vissute da Dino definendole "un sicuro insegnamento di vita". "Egli - scrive - le ha insegnato a camminare sulla via del Vangelo"

Adriana Masotti - Città del Vaticano

Papa Francesco e Dino Impagliazzo, cinque anni fa, si erano incontrati personalmente e avevano parlato insieme dei poveri e dei senza dimora di Roma. Alla notizia della sua scomparsa domenica scorsa, a 91 anni, il Papa ha voluto esprimere la sua vicinanza scrivendo ad uno dei figli di Dino, Marco Impagliazzo presidente della Comunità di Sant'Egidio. “La morte di un genitore - scrive -, anche se rientra nel Mistero di Dio, è sempre motivo di dolore. Rendiamo grazie al Signore per i benefici che ha concesso a suo padre nel corso della sua vita terrena. Egli - si legge ancora - le ha insegnato a camminare sulla via del Vangelo, il suo amore per i poveri (era definito lo “chef dei poveri”), la sua operosità quotidiana e la sua generosità costituiscono una incoraggiante testimonianza ed un sicuro insegnamento di vita”. Nell’affidare l’anima di Dino alla misericordia del Signore, Francesco assicura infine la sua vicinanza e la preghiera a Marco e alla sua famiglia, invocando su tutti la benedizione di Dio.

Il saluto di tanti amici a Santa Maria in Trastevere

Marco Impagliazzo è uno dei quattro figli di Dino e della moglie, Fernanda. Anche gli altri tre, Giovanni, Paolo e Chiara sono tutti impegnati nel sociale. I funerali di Dino, presieduti dal cardinale Konrad Krajewski, Elemosiniere del Papa, si sono tenuti martedì 27 lugio nella Basilica di Santa Maria in Trastevere alla presenza di tanti suoi amici del Movimento dei Focolari, di cui era membro, e della Comunità di Sant’Egidio. Presente anche il rabbino capo della Comunità ebraica di Roma, Riccardo Segni e tanti poveri e senza dimora che Dino per anni ha servito vedendo in essi la presenza di Gesù. Per assicurare loro il cibo, ma anche il conforto dell’amicizia e dell’ascolto, Dino aveva fondato l’associazione RomAmor.

Un'immagine di Dino Impagliazzo nella sua attività per i poveri
Un'immagine di Dino Impagliazzo nella sua attività per i poveri
28 luglio 2021, 14:35