Cerca

Vatican News
Abu Dhabi: la Casa della Famiglia Abramitica Abu Dhabi: la Casa della Famiglia Abramitica 

Ebrei, cristiani e musulmani insieme nella Casa della Famiglia Abramitica

Un punto di riferimento culturale ad Abu Dhabi, capitale degli Emirati Arabi Uniti, che comprende una sinagoga, una chiesa e una moschea e che vuole essere un faro di comprensione e coesistenza pacifica tra le tre religioni monoteiste, ispirato al Documento sulla Fraternità Umana

Robin Gomes – Città del Vaticano

La Casa della Famiglia Abramitica, che racchiude ad Abu Dhabi, capitale degli Emirati Arabi Uniti, una sinagoga, una chiesa e una moschea in un unico complesso, e che dovrebbe essere inaugurata nel 2022, è stata completata ad oggi al 20%. Lo ha detto oggi in una dichiarazione il Comitato Superiore della Fraternità Umana (HCHF). L’organismo, che fa anche da supervisore del progetto, ha sottolineato che l’iniziativa si ispira al documento del 2019 sulla fraternità umana.  Costruito sull'isola Saadiyat ad Abu Dhabi, il progetto è seguito da vicino da Papa Francesco e dal Grande Imam di al-Azhar, Ahmed el-Tayeb, che ha approvato il progetto.

I valori condivisi delle tre fedi

Il progetto della Casa della Famiglia Abramitica, dell'architetto David Adjaye, esprime i valori condivisi da Ebraismo, Cristianesimo e Islam, attraverso tre edifici principali: una moschea, una chiesa e una sinagoga, situate in un unico luogo. "Come tale, il complesso costruisce ponti tra le civiltà umane e i messaggi celesti". I nomi delle tre distinte case sono: "Imam al-Tayeb Mosque", "St. Francis Church" e "Moses Ben Maimon Synagogue". Oltre ai 3 luoghi di culto, il sito include un centro culturale che mira a incoraggiare le persone a porre in essere la fraternità umana e la solidarietà all'interno di una comunità che ha a cuore i valori del rispetto reciproco e della coesistenza pacifica, mentre il carattere unico di ogni fede viene preservato.

15 giugno 2021, 12:36