Cerca

Vatican News
Papa Francesco e il presidente francese Macron Papa Francesco e il presidente francese Macron  (ANSA)

Il viaggio in Iraq al centro di un colloquio tra il Papa e Macron

Ieri nel corso di una telefonata, Francesco e il presidente francese si sono confrontati su vari temi internazionali come la pandemia e l’espansione del jihadismo in Africa. Un colloquio, riferisce l’Eliseo, durato circa 40 minuti

Benedetta Capelli – Città del Vaticano

Una conversazione che ha preso spunto dal viaggio di Francesco in Iraq quella avuta ieri tra il Papa e il presidente francese Emmanuel Macron. Durante la conversazione, avvenuta dopo un messaggio del capo di Stato in occasione degli otto anni di pontificato di Francesco, Macron ha definito la visita del Papa nel Paese del Golfo "una vera svolta" per il Medio Oriente.

Nella telefonata, secondo fonti dell’Eliseo, si è spaziato su diversi temi come l’emergenza coronavirus che rappresenta una grande sfida per l’umanità. Un tema che Francesco ha a cuore tanto che ha istituito, il 20 marzo 2020, una Commissione speciale in Vaticano, sotto l'autorità del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale, per pensare al mondo che verrà dopo la pandemia. A dicembre è uscito poi il libro: “Ritorniamo a sognare” una conversazione tra il Papa e lo scrittore britannico Austen Ivereigh, nel quale si indica la strada per un futuro diverso. Al centro della conversazione anche  diverse crisi che destabilizzano le regioni del mondo, come l'espansione del jihadismo in Africa, nel Sahel e la situazione in Libano.

Non è la prima volta che Papa Francesco e il presidente francese si sentono per telefono. L’ultima risale al 30 ottobre dopo l'attacco terroristico alla Basilica di Nostra Signora dell'Assunzione a Nizza, nel quale morirono tre persone. Il presidente francese era stato peraltro ricevuto in Vaticano il 26 giugno 2018. 

22 marzo 2021, 14:44