Cerca

Vatican News
Monsignor Juan Antonio Cruz Serrano, a destra di Papa Francesco, nella Cripta di san Francesco ad Assisi il 3 ottobre 2020 Monsignor Juan Antonio Cruz Serrano, a destra di Papa Francesco, nella Cripta di san Francesco ad Assisi il 3 ottobre 2020 

Juan Antonio Cruz Serrano nominato osservatore permanente presso l'OSA

Papa Francesco ha scelto il nuovo osservatore permanente della Santa Sede presso l’Organizzazione degli Stati Americani che riunisce i 35 Stati indipendenti delle Americhe. Nominati anche il nuovo nunzio apostolico in Benin, il promotore di Giustizia e i giudici della Corte d’Appello dello Stato della Città del Vaticano

Il Santo Padre ha nominato osservatore permanente della Santa Sede presso l’Organizzazione degli Stati Americani (OSA) monsignore Juan Antonio Cruz Serrano, consigliere di Nunziatura. Scopo dell'organizzzaione è mantenere la pace, rinforzare la democrazia e i diritti dell'uomo e migliorare le condizioni sociali ed economiche dei Paesi membri.

Nato il 29 settembre 1976 a María, provincia di Almería, in Spagna, monsignor Juan Antonio Cruz Serrano è stato ordinato sacerdote il 15 settembre 2001, incardinandosi nella diocesi di Almería. Si è laureato in Diritto canonico. E’ entrato nel servizio diplomatico della Santa Sede il 1° luglio 2004 e ha prestato la propria opera nelle rappresentanze pontificie in Zimbabwe, Irlanda, Cile e presso la Sezione per gli Affari Generali della Segreteria di Stato. In quanto alle lingue parlate, il nuovo osservatore permanente presso l'OSA, conosce l’Inglese, l’Italiano, il francese e il tedesco.

Nominato il nunzio apostolico in Benin

Sempre oggi il Papa ha nominato nunzio apostolico in Benin monsignore Mark Gerard Miles, consigliere di Nunziatura, elevandolo in pari tempo alla Sede titolare di Città Ducale, con dignità di arcivescovo.

Monsignor Mark Gerard Miles è nato il 13 maggio 1967 a Gibilterra, Gran Bretagna. E’ stato ordinato sacerdote il 14 settembre 1996, incardinandosi nella diocesi di Gibilterra. Si è laureato in Diritto canonico ed ha conseguito la licenza in Teologia. Il suo ingresso nel servizio diplomatico della Santa Sede è avvenuto il 1° luglio 2003 e ha prestato la propria opera nelle Rappresentanze Pontificie in Ecuador, Ungheria e presso la Sezione per gli Affari Generali della Segreteria di Stato. Il 31 agosto 2019 era stato nominato osservatore permanente della Santa Sede presso l’Organizzazione degli Stati Americani. Conosce quattro lingue: l’inglese, l’italiano, lo spagnolo e il francese.

Una donna promotore di Giustizia in Vaticano

Infine, il Santo Padre ha nominato promotore di Giustizia della Corte d’Appello dello Stato della Città del Vaticano la dottoressa Catia Summaria, e giudici della stessa Corte d’Appello monsignor Francesco Viscome e il dottor Massimo Massella Ducci Teri.

05 febbraio 2021, 13:12