Cerca

Vatican News
Il Papa in preghiera alle Catacombe di Priscilla in via Salaria, il 2 novembre 2019 Il Papa in preghiera alle Catacombe di Priscilla in via Salaria, il 2 novembre 2019  (Vatican Media)

Il Papa: preghiamo per i defunti, in particolare per le vittime del Covid

In un tweet Francesco rivolge un pensiero a coloro che sono morti soli durante la pandemia e a chi ha perso la vita per curarli. Nel pomeriggio il Pontefice presiede la Messa nella chiesa al Campo Santo Teutonico in Vaticano, a seguire la visita nelle Grotte Vaticane

Debora Donnini – Città del Vaticano

L’invito a pregare per i fedeli defunti lo rivolge, stamani, Papa Francesco in un tweet con un riferimento speciale al contesto che il mondo vive, segnato dalla pandemia. “Oggi preghiamo - scrive - per tutti i Fedeli Defunti e specialmente per le vittime del coronavirus: per coloro che sono morti da soli, senza la carezza dei loro cari; e per tutte le persone che hanno donato la vita nel servizio agli ammalati”.

La Messa al Campo Santo Teutonico

In occasione dell’odierna commemorazione dei fedeli defunti, nel pomeriggio il Papa andrà non lontano da Casa Santa Marta per celebrare alle 16 la Messa in forma strettamente privata, senza la presenza di fedeli, nella chiesa del Pontificio Collegio Teutonico di Santa Maria in Camposanto. Al termine si fermerà in preghiera nel cimitero, poi scenderà nelle Grotte Vaticane per un omaggio ai Pontefici defunti.

 

Gli anni precedenti

Negli anni precedenti il 2 novembre Francesco si era recato in diversi cimiteri: lo scorso anno alle Catacombe di Priscilla, sulla via Salaria. Nel 2018 al Cimitero laurentino nell’estrema periferia sud di Roma per celebrare la Messa in suffragio dei defunti con una toccante la sosta davanti alle tombe dei bimbi, di quelli scomparsi prematuramente per malattie o incidenti e di quelli mai nati, sepolti nel cosiddetto “Giardino degli angeli”.

 

Nel 2017 era stata la volta del Cimitero americano di Nettuno, dove sono sepolti i soldati statunitensi caduti in Italia durante il secondo conflitto mondiale, rinnovando in quell'occasione l’appello di Benedetto XV: " Mai più la guerra". Successivamente si era raccolto in preghiera nel sacrario delle Fosse Ardeatine. Nel 2016 aveva presieduto la Celebrazione Eucaristica nel Cimitero di Prima Porta, mentre nei tre anni precedenti - 2015, 2014 e 2013 -  non il 2 novembre ma il primo novembre, nella Solennità di Tutti i Santi,  si era recato al cimitero monumentale del Verano.  

 

02 novembre 2020, 11:05