Cerca

Vatican News
I Simboli della GMG (JMJ) lasciano Panama e partono per Roma- giugno 2019 I Simboli della GMG (JMJ) lasciano Panama e partono per Roma- giugno 2019 

GMG 2023: domenica prossima la consegna della croce ai giovani del Portogallo

Il 22 novembre e non come da tradizione la Domenica delle Palme, a causa della pandemia, avrà luogo nella Basilica di San Pietro il passaggio dei simboli delle GMG – la Croce e la copia dell’Icona Salus Populi Romani – dalla rappresentanza dei giovani panamensi alla gioventù portoghese. Il gesto simbolico al termine della Messa celebrata da Francesco

Gabriella Ceraso - Città del Vaticano

I giovani di Panama e quelli del Portogallo, passato e futuro della Gmg, si incontreranno domenica prossima a Roma, nella Basilica di San Pietro, per la consegna della Croce delle Giornate Mondiali della Gioventù. Il passaggio avverrà, come fa sapere la Sala Stampa vaticana, al termine della Santa Messa celebrata da Papa Francesco sull’Altare della Cattedra il giorno della Solennità di Cristo Re e a conclusione dell'Anno liturgico. 

Francesco lo aveva annunciato così, lo scorso 5 aprile, durante la preghiera dell'Angelus:

“In particolare, il mio pensiero va ai giovani di tutto il mondo, che vivono in maniera inedita, a livello diocesano, l’odierna Giornata Mondiale della Gioventù. Oggi era previsto il passaggio della Croce dai giovani di Panamá a quelli di Lisbona. Questo gesto così suggestivo è rinviato alla domenica di Cristo Re, il 22 novembre prossimo. In attesa di quel momento, esorto voi giovani a coltivare e testimoniare la speranza, la generosità, la solidarietà di cui tutti abbiamo bisogno in questo tempo difficile.”

Da Panama a Lisbona

Dunque domenica 22 novembre al termine della celebrazione liturgica la Croce e la copia dell’Icona Salus Populi Romani, che da anni accompagnano le preparazioni alle edizioni internazionali della GMG, passeranno dalle mani della rappresentanza dei giovani panamensi alla gioventù portoghese presenti , a causa della pandemia in delegazioni molto ristrette. La scorsa Giornata Mondiale della Gioventù, infatti, si è svolta a Panama, mentre la prossima, prevista per il 2023, avrà luogo a Lisbona. La celebrazione potrà essere seguita in diretta sul canale ufficiale youtube di Vatican News. La stessa trasmissione sarà seguita dai responsabili della pastorale giovanile delle conferenze episcopali e dei movimenti internazionali, che da domani fino a sabato parteciperanno all’Incontro internazionale online “Da Panama a Lisbona – chiamati alla sinodalità missionaria” organizzato dal nostro Dicastero.

Simboli di una lunga tradizione

Come ricorda anche un comunicato del Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita per questa occasione, il tradizionale passagio di consegne sarebbe dovuto accadere durante la Domenica della Palme al termine della celebrazione presieduta dal Santo Padre in Piazza San Pietro, ma questo non è avvenuto, a causa della pandemia e delle misure restrittive che hanno colpito l'Europa e il mondo. Questa tradizione risale al 1984 quando, a conclusione dell’Anno Giubilare della Redenzione, Papa Giovanni Paolo II affidò ai giovani la Croce del Giubileo, conosciuta oggi come la Croce delle GMG, da allora al centro di ogni edizione internazionale delle Giornate. Nel 2003 il Santo Padre ha offerto alla gioventù anche una copia dell’Icona di Maria Salus Populi Romani, che affianca la Croce nei suoi pellegrinaggi per il mondo. 

Intanto la grande macchina in preparazione della GMG di Lisbona sta funzionando per preparare il grande appuntamento del 2023. Il tema è già stato scelto “Maria si alzò e andò in fretta”, e così anche il logo svelato il 16 ottobre scorso nel giorno dell'anniversario dell'elezione di San Giovanni Paolo II, fondatore della GMG. Sul sito  www.lisboa2023.org  tutti gli aggiornamenti e i programmi di attesa di questo evento che segna il futuro dei giovani da generazioni.  

Alcuni dati

In tutto saranno circa una decina di giovani provenienti dal Portogallo che riceveranno i simboli della GMG domenica prossima. Nel rispetto di tutte le misure di prevenzione sanitaria, il Portogallo sarà rappresentato da un gruppo proveniente da diverse diocesi e da alcuni membri dell’organizzazione della Giornata Mondiale della Gioventù Lisbona 2023. Il pellegrinaggio è presieduto dal cardinale Manuel Clemente, Patriarca di Lisbona. E il gruppo che riceverà i simboli della Giornata Mondiale della Gioventù avrà un incontro con il cardinale José Tolentino Calaça de Mendonça, sabato 21 novembre nella Chiesa di S. Antonio dei Portoghesi in Campo Marzio, a cui seguirà la celebrazione dell’Eucaristia, presieduta dalllo stesso cardinale Manuel Clemente. Il 27 gennaio 2019 durante la Giornata Mondiale della Gioventù di Panama, era stato il cardinale Kevin Farrell, prefetto del Dicastero per i Laici, la Vita e la Famiglia a annunciare che Lisbona sarebbe stata la prossima sede a ricevere questo evento.

 

Ultimo aggiornagmente il 18 novembre 2020 alle ore 14.00

17 novembre 2020, 13:00