Vatican News

Dal Papa il Presidente di turno della Bosnia ed Erzegovina

Nel corso dei colloqui in Segreteria di Stato, ribadita la necessità di garantire il pieno rispetto dei diritti di tutti i cittadini e l'effettiva parità dei tre popoli costituenti. Tra i temi in esame, anche le prospettive per l'allargamento dell'Unione Europea alla regione

Papa Francesco ha ricevuto oggi in udienza, nel Palazzo Apostolico Vaticano, Željko Komšić, Presidente di turno della Presidenza collegiale della Bosnia ed Erzegovina. Lo rende noto un comunicato della Sala Stampa. Komšić successivamente ha incontrato il cardinale Pietro Parolin, segretario di Stato, accompagnato da monsignor Mirosław Wachowski, sottosegretario per i Rapporti con gli Stati.

Relazioni bilaterali, realtà interna

Nel corso dei colloqui in Segreteria di Stato, che si sono svolti in un clima cordiale, ci si è soffermati sulle buone relazioni bilaterali e sulla realtà interna del Paese, con particolare attenzione alla situazione della comunità cattolica. È stata altresì ribadita la necessità di garantire il pieno rispetto dei diritti di tutti i cittadini e l'effettiva parità dei tre popoli costituenti.

Temi internazionali e regionali

Infine, sono stati toccati alcuni temi di comune interesse riguardanti l'ambito internazionale e regionale, quali la pace e la sicurezza, la necessità di favorire percorsi di dialogo per affrontare le diverse sfide nei Balcani occidentali e le prospettive per l'allargamento dell'Unione Europea alla regione.

15 febbraio 2020, 12:31