Cerca

Vatican News

Francesco nomina due nuovi vescovi per il Cile

Le due nomine di oggi riguardano altrettante arcidiocesi cilene: quella di Santiago de Chile e quella di Puerto Montt. Per la prima Papa Francesco ha scelto monsignor Celestino Aós Braco; per la seconda monsignor Luis Fernando Ramos Pérez

Il Santo Padre ha nominato arcivescovo metropolita di Santiago de Chile monsignor Celestino Aós Braco, O.F.M. cappuccino, finora amministratore apostolico “sede vacante et ad nutum Sanctae Sedis” della medesima arcidiocesi. Papa Francesco ha poi nominato arcivescovo metropolita di Puerto Montt, sempre in Cile,  monsignor Luis Fernando Ramos Pérez, finora vescovo titolare di Tetci, ausiliare dell’arcidiocesi di Santiago de Chile e amministratore apostolico “sede vacante et ad nutum Sanctae Sedis” della diocesi di Rancagua.

E' spagnolo il nuovo arcivescovo di Santiago 

Mons. Celestino Aós Braco, è nato a Artaiz, arcidiocesi di Pamplona (Spagna), il 6 aprile 1945. Ha compiuto gli studi filosofici a Zaragoza e quelli teologici a Pamplona, ottenendo poi la Licenza in Psicologia presso l’Università di Barcellona. Ha emesso la professione temporale religiosa come francescano cappuccino il 15 agosto 1964 a Sangüesa e la professione perpetua il 16 settembre 1967 a Pamplona. È stato ordinato sacerdote a Pamplona il 30 marzo 1968. Come sacerdote ha svolto successivamente diversi incarichi in Spagna, prima di essere inviato nel 1983 nel Cile dove è stato vicario parrocchiale della parrocchia di Longavi, superiore della Comunità a Los Ángeles, parroco di “San Miguel” a Viña del Mar, superiore della comunità di Recreo, vicario episcopale per la Vita Consacrata della diocesi di Valparaiso, e, dal 2008, vicario della parrocchia di San “Francisco de Asís” a Los Ángeles, nella diocesi di Santa María de Los Ángeles. Mons. Aós Braco è stato inoltre economo provinciale dei Cappuccini in Cile, promotore di Giustizia del Tribunale ecclesiastico di Valparaiso, giudice del Tribunale dell’arcidiocesi di Concepción e tesoriere dell’Associazione cilena di diritto canonico. Nominato vescovo di Copiapó il 25 luglio 2014, ha ricevuto l’ordinazione episcopale il 18 ottobre successivo. Infine, il 23 marzo 2019, è stato nominato amministratore apostolico “sede vacante et ad nutum Sanctae Sedis” dell’arcidiocesi di Santiago de Chile.

Il nuovo arcivescovo di Puerto Montt

Mons. Luis Fernando Ramos Pérez è nato a Santiago il 2 gennaio 1959. Prima di entrare in Seminario, ha ottenuto il titolo di ingegnere presso l’Universidad de Chile. Ha compiuto gli studi filosofici e teologici presso il Seminario Maggiore di Santiago e ha conseguito il Dottorato in teologia con specializzazione in Sacra Scrittura presso la Pontificia Università Gregoriana di Roma. Ha ricevuto l'ordinazione sacerdotale il 5 maggio 1990. Ha svolto successivamente i seguenti incarichi: prefetto di Filosofia nel Seminario Maggiore di Santiago; vicario parrocchiale della parrocchia di “Cristo Emaús” e successivamente di quella di “Santo Toribio de Mogrovejo”; officiale della Congregazione per i Vescovi; e ancora vicario episcopale dell’arcidiocesi per l’educazione; rettore del Seminario Maggiore di Santiago e vicario episcopale per il clero. Nominato vescovo titolare di Tetci e ausiliare dell’arcidiocesi di Santiago de Chile il 1° febbraio 2014, ha ricevuto l’ordinazione episcopale il 10 maggio successivo. Dal novembre 2016 è segretario generale della Conferenza Episcopale cilena. Il 28 giugno 2018 è stato nominato amministratore apostolico “sede vacante et ad nutum Sanctae Sedis” della diocesi di Rancagua.

Le dimissioni dei vescovi del Cile

Ricordiamo che l'intero episcopato cileno, lo scorso 18 maggio in Vaticano, aveva rassegnato le proprie dimissioni nelle mani di Papa Francesco a causa di notizie riguardanti casi di abusi commessi nel Paese latinoamericano da membri della Chiesa.

27 dicembre 2019, 12:10