Cerca

Vatican News

Francesco ai malgasci: mi sta a cuore la vostra santità

A pochi giorni dal suo arrivo in Madagascar Papa Francesco invia al popolo malgascio il suo affettuoso saluto. Tramite videomessaggio, il Papa dice in lingua italiana quanto gli stia a cuore visitare quella terra nota per la bellezza della natura, e assicura che per tutti chiederà la benedizione di Dio

Nel pomeriggio del 6 settembre prossimo Papa Francesco arriverà ad Antananarivo, la capitale della Repubblica del Madagascar. Arriverà dal Mozambico perchè quella nel Madagascar sarà la seconda tappa di questo suo 31.esimo viaggio apostolico. Ad un videomessaggio il Papa affida, a pochi giorni di distanza, la gratitudine per quanti stanno preparando la sua visita e annuncia che sarà in mezzo al popolo del Madagascar per confermarlo nella fede, ma anche per attingere da essa. Queste le parole del Papa, pronunciate in italiano:

Cari fratelli e sorelle del Madagascar!

Con la grazia di Dio, tra pochi giorni sarò in mezzo a voi! Desidero farvi giungere fin da ora il mio saluto cordiale, insieme al ringraziamento per tutto quello che avete fatto e state facendo per preparare la mia visita. Soprattutto vi ringrazio per la vostra preghiera, sia personale, sia nelle famiglie, sia nelle comunità parrocchiali, come pure negli ospedali e nelle carceri. La preghiera non conosce confini, e quando sarò in Madagascar, anche se potrò visitare solo alcuni luoghi, con la preghiera raggiungerò tutti, e per tutti implorerò la benedizione di Dio.

 

Cari amici malgasci, il vostro Paese è famoso per le sue bellezze naturali, e per queste diciamo: “Laudato si’!”. È nostro dovere custodirle con cura. Ma c’è un’altra bellezza che sta ancora più a cuore a Cristo e al Papa: quella del suo popolo, cioè la vostra santità! Per questo, verrò a confermarvi nella fede e al tempo stesso ad attingere da essa. La Vergine Santa ci ottenga questo dono. Grazie e a presto!

01 settembre 2019, 18:30