Cerca

Vatican News

La partenza del Papa per la Romania

L’aereo papale è decollato alle 8.16. L’arrivo a Bucarest è previsto per le 11.30 locali (10.30 in Italia). Nel telegramma del Papa al Presidente Mattarella: “auspicio di pace e serenità” per l’Italia. Questa mattina prima di lasciare il Vaticano, l’incontro con 15 senzatetto di origine romena che vivono a Roma

Roberto Piermarini - Città del Vaticano

Papa Francesco è partito questa mattina per la Romania per il suo 30.mo viaggio apostolico. Il volo papale è decollato alle 8.16 dall'aeroporto di Fiumicino e arriverà a Bucarest alle 11.30 ora locale, (10.30 in Italia). Allo scalo romano, Papa Francesco prima di imbarcarsi sull'aereo dell’Alitalia, un Airbus A 320, ha salutato le autorità civili e religiose. Poi, come di consueto, con la borsa nera tenuta nella mano sinistra, è salito sulla scaletta per raggiungere il portellone di ingresso dell’aereo. Da qui poco prima di entrare all'interno, si è soffermato brevemente a salutare il comandante del volo e le due hostess che lo attendevano, quindi si è voltato verso le autorità presenti per porgere loro un saluto.

Il programma del primo giorno in Romania

A Bucarest dopo l'accoglienza ufficiale all'aeroporto internazionale "Henri Coanda-Otopoeni” della capitale romena, ci sarà la cerimonia di benvenuto al Palazzo presidenziale, quindi la visita di cortesia al presidente della Romania, Klaus Werner Iohannis, e l'incontro con il primo ministro Vasilica Viorica Dancila. A seguire è previsto l'incontro con le autorità, la società civile e il corpo diplomatico nel corso del quale il Papa terrà il suo primo discorso. Dopo il pranzo in nunziatura, il Papa si recherà al Patriarcato ortodosso dove incontrerà prima il patriarca Daniel, e poi il Sinodo permanente. Nella cattedrale ortodossa alle 17 (16 ora italiana) ci sarà la preghiera del Padre nostro. Successivamente il Pontefice si trasferirà nella cattedrale cattolica di San Giuseppe per celebrare la messa (alle 18, le 17 in Italia). La prima giornata del viaggio in Romania si concluderà con l'incontro privato tra il Papa è i Gesuiti presenti nel Paese.

Il saluto al Presidente italiano Mattarella

In un telegramma inviato al Presidente della Repubblica italiana Sergio Mattarella in occasione della sua partenza per la Romania, Papa Francesco ha rivolto al Capo dello Stato ed a tutti gli italiani il suo “affettuoso e beneaugurante saluto, che accompagno – ha scritto - con ogni più cordiale ed orante auspicio di pace e di serenità". Il Papa ha rivolto un indirizzo di saluto anche ai Capi di Stato dei Paesi sorvolati: Croazia, Bosnia ed Erzegovina, Montenegro, Serbia e Bulgaria, nel quale augura prosperità, pace e gioia e invia la sua benedizione.

 

Prima di partire l’incontro a Santa Marta con 15 senzatetto di origine romena

Questa mattina prima di lasciare il Vaticano, a Casa Santa Marta, il Papa ha salutato un gruppo di 15 senzatetto di origine romena che vivono a Roma, accompagnati dall’Elemosiniere apostolico, il card. Krajewski. In particolare, alcuni di loro sono ospiti del dormitorio in via dei Penitenzieri “Dono di Misericordia”, altri vivono nella zona di San Pietro e sono seguiti dall’Elemosineria apostolica.
 

31 maggio 2019, 08:14