Cerca

Vatican News

Francesco: l’economia rende un servizio al bene comune solo se legata all’etica

Il Pontefice ha ricevuto questa mattina i membri della “Fondazione Guido Carli” e la Giuria del premio intitolato al grande economista italiano

Michele Raviart – Città del Vaticano

“Da una parte, si assiste al prevalere di criteri unicamente economici o finanziari e di attività rivolte al consumo, e dall’altra, sempre più si manifesta l’incapacità di conciliare la giusta distribuzione del reddito con la valorizzazione delle prospettive dello sviluppo”. È questa, ricorda Papa Francesco, una “tra le contraddizioni della società odierna” per cui:

È importante ribadire che l’economia rende un servizio al bene comune se rimane legata all’etica, che è misura universale dell’autentico bene umano

La figura di Guido Carli

Rivolgendosi ai rappresentanti della Fondazione Guido Carli e alla giuria dell’omonimo premio, di cui si festeggia quest’anno il decennale, Papa Francesco ha ricordato la figura dell’importante economista e politico italiano, governatore della Banca d’Italia dal 1960 al 1975 e più volte senatore e ministro. Una figura “contrassegnata da spiccato senso del dovere e impegno perseverante per il bene della collettività”, afferma il Papa.

Originario della terra bresciana, intraprese i primi passi nel campo delle responsabilità istituzionali grazie ad un sacerdote amico dei Montini, la famiglia del santo Papa Paolo VI, alla quale i Carli erano legati da antica amicizia.

L’impegno della fondazione

Papa Francesco sottolinea poi l’impegno sociale della Fondazione Guido Carli, “che intende promuovere la solidarietà”, “un valore umano che, nella prospettiva cristiana, realizza il dovere della carità evangelica” e l’azione “in favore delle fasce più deboli della società, come stimolo ad una crescita di tutte le sue componenti. “Mi rallegro poi”, continua il Papa, “per i riconoscimenti da voi attribuiti a uomini e donne che si sono distinti in tutto il mondo per il loro impegno civile ed etico”.

Non sono pochi, in Italia, gli esponenti della cultura, della scienza, del mondo del lavoro, del volontariato e anche della Chiesa che, attraverso la loro attività, rappresentano degli esempi positivi e dei modelli da imitare.

03 maggio 2019, 11:40