Cerca

Vatican News

Papa: chiedere la grazia della memoria

Non perdere la memoria delle grandi cose che Dio ha fatto nella nostra vita, nella sua Chiesa, nel suo popolo. E' uno dei passaggi forti dell'omelia della Messa mattutina di Papa Francesco a Casa Santa Marta

Debora Donnini - Città del Vaticano

Iniziare la Quaresima chiedendo la grazia della memoria. Così stamani il Papa alla Messa a Casa Santa Marta. Nel cammino verso l'incontro con Cristo risorto, bisogna stare attenti a non volgersi indietro, a non essere sordi nell'anima e al pericolo dell'idolatria. Quando il cuore si volge indietro, rischia di perdere l'orientamento, la bussola, avverte il Papa. 

All’inizio della Quaresima ci farà bene a tutti chiedere la grazia di custodire la memoria, custodire la memoria di tutto il Signore, di tutto quello che il Signore ha fatto nella mia vita: come mi ha voluto bene, come mi ha amato. E dal quel ricordo, continuare ad andare avanti. E ci farà anche bene ripetere continuamente il consiglio di Paolo a Timoteo, il suo amato discepolo: “Ricordati di Gesù Cristo risorto dai morti”. Ripeto: “Ricordati di Gesù Cristo risorto”, ricordati di Gesù, Gesù che mi ha accompagnato fino ad adesso e che mi accompagnerà fino al momento nel quale devo comparire davanti a Lui glorioso. Il Signore ci dia questa grazia di custodire la memoria.

07 marzo 2019, 14:00