Cerca

Vatican News

Mons. Ulloa: i giovani attendono il Papa con immensa speranza

Sarà una Giornata mondiale della Gioventù che coinvolgerà l'intera regione del Centro America e che, attraverso i giovani, ridarà speranza alla gente delle periferie. Lo dice l'arcivescovo di Panama, mons. Ulloa, ringraziando fin d'ora il Papa

Patricia Ynestroza e Adriana Masotti - Città del Vaticano

Papa Francesco è in viaggio verso Panama dove i giovani sono già entrati nel clima della loro Giornata mondiale 2019. E l'attesa di vedere e ascoltare Francesco cresce con il passare del tempo. Lo conferma l'arcivescovo di Panama, mons. José Domingo Ulloa Mendieta, che al microfono di Patricia Ynestroza di Vaticannews, afferma: "A poche ore dall'arrivo del Papa, la gioventù del mondo radunata qui a Panama, lo aspetta con grande speranza, con una grande aspettativa, specialmente i giovani delle periferie del Centro America. Con tanta speranza aspettiamo Papa Francesco che ha diretto il suo sguardo verso i piccoli perchè sa che Dio, attraverso i piccoli, può fare opere grandi e magnifiche. A nome dei giovani  - continua mons. Ulloa - dico al Santo Padre: grazie Papa Francesco perchè vieni a farci visita e perchè continui a darci speranza e a permettere che i nostri sogni di un'America, di un mondo e di una Chiesa nuovi, siano possibili". 

Una Gmg che coinvolge un'intera regione

Intervistato anche dall' "Osservatore Romano", mons. Ulloa sottolinea l'importanza della scelta del Papa di Panama come sede di questa Gmg, una decisione che "segna un’incredibile svolta, non solo per Panama, ma per tutta la regione centroamericana, che ha vissuto momenti straordinari di comunione ecclesiale, in preparazione di questa festa dei giovani." 

Un risveglio di speranza per tanti cuori feriti

Ricordando il tema della Giornata che presenta ai giovani la figura della Vergine Maria come modello della vita di fede, l'arcivescovo prosegue affermando che "la croce pellegrina e l’icona di nostra Signora Salus populi Romani della Gmg hanno risvegliato la speranza e la fede di tanti cuori feriti dalla povertà materiale e spirituale nel loro viaggio in Messico, Centro America, Caraibi, Stati Uniti, Venezuela e Panama".

La Giornata: un'opportunità preziosa. 

Sarà Maria, dice ancora mons. Ulloa, che ci aiuterà ad avere più fiducia nella parola di Dio e afferma che la Gmg porterà "un cambiamento fondamentale" a Panama. "Siamo convinti che dopo la Giornata mondiale della gioventù avremo giovani che con coraggio andranno incontro ad altri giovani che si sono allontanati, che vivono in situazione di vulnerabilità, di rischio sociale, per mostrare loro con gioia che c’è un’altra realtà, che c’è speranza in mezzo al dolore e alla sofferenza."  Mons. Ulloa dichiara la volontà della sua Chiesa di voler essere più che mai una Chiesa in uscita, "che va nelle periferie esistenziali e geografiche, per mostrare l’amore e la misericordia di Dio, attraverso l’impegno e il protagonismo della nostra gioventù".

23 gennaio 2019, 10:41