Cerca

Vatican News
Consegna incubatrice al Bambino Gesù di Roma, dono di Papa Francesco Consegna incubatrice al Bambino Gesù di Roma, dono di Papa Francesco 

Papa dona due incubatrici a Bambino Gesù e Fatebenefratelli

Gli ospedali Bambino Gesù e Fatebenefratelli hanno ricevuto l'inatteso dono del Papa di due incubatrici. Una resterà in Italia, l'altra sarà consegnata ad una struttura sanitaria dell'Etiopia per contrastare la mortalità neonatale

Paolo Ondarza – Città del Vaticano

Due regali del Papa per i piccoli pazienti della terapia intensiva neonatale. L’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù e il Fatebenefratelli-Isola Tiberina hanno ricevuto oggi due incubatrici di General Electric HealthCare, precedentemente donate al Santo Padre dalla nota azienda mondiale Bayer nell’udienza dello scorso 21 novembre.

La consegna e la benedizione da parte del card. Krajewski

La consegna ufficiale al Fatebenefratelli è avvenuta questa mattina alla presenza del cardinale Konrad Krajewski, elemosiniere di Sua Santità e di Monica Poggio, amministratore delegato della Bayer Italia. Nel corso della cerimonia si è svolta anche la benedizione dell’incubatrice che va ad aggiungersi alle 16 culle presenti nello spazio neonatale del nosocomio per il ricovero intensivo e alle 13 per il sub-intensivo. “Sono circa 600 – si legge in una nota – i neonati assistiti ogni anno dalla Terapia intensiva neonatale del Fatebenefratelli all’Isola Tiberina. Di questi, circa l’80% sono bambini nati pre-termine: creature fragilissime e fortissime al tempo stesso, che hanno bisogno di cure altamente specializzate, assistenza costante ma anche di amore”.

Un dono per i piccoli dell’Etiopia

L’incubatrice GE HealthCare recapitata stamani al Bambino Gesù sarà invece donata ad una struttura sanitaria dell’Etiopia nell’ambito di un progetto nel Paese africano che vede impegnati insieme nel contrasto della mortalità neonatale sia l’Ospedale Pediatrico che i Medici con l’Africa Cuamm.

18 dicembre 2018, 20:06