Versione Beta

Cerca

Vatican News
Strade distrutte dalle inondazioni in Giordania Strade distrutte dalle inondazioni in Giordania  (ANSA)

Il Papa prega per le vittime delle inondazioni in Giordania

Telegramma di cordoglio di Papa Francesco a firma del card. Parolin. Il bilancio della vittime delle piogge torrenziali sale 21 morti, in prevalenza studenti che erano in gita scolastica

Marco Guerra – Città del Vaticano

Profondamente rattristato per la tragica perdita di vite umane e le ferite causate dalle gravi inondazioni in seguito alle forti piogge in Giordania, Sua Santità Papa Francesco esprime sincera solidarietà a tutte le persone colpite da questa calamità naturale. Così il telegramma a firma del Segretario di Stato vaticano, card. Pietro Parolin, inviato al nunzio in Giordania mons. Alberto Ortega Martin.

“In modo particolare, prega per i giovani che hanno perso la vita, per la guarigione dei feriti e per la consolazione di tutti coloro che soffrono”, si legge ancora nel telegramma, “offrendo incoraggiamento alle autorità civili e a quanti sono impegnati nella ricerca e nel soccorso, Sua Santità invoca volentieri su tutti i doni divini della forza e della pace”.

Sale a 21 il bilancio delle vittime

Intanto è salito ad almeno 21 morti il bilancio delle vittime delle inondazioni che hanno colpito venerdì la zona delle cascate di acqua calda del Mar Morto, dove si sono verificate piogge torrenziali. Lo rende noto l'emittente al-Arabiya, mentre proseguono le operazioni di soccorso per recuperare i dispersi. Tra le vittime si contano soprattutto studenti e insegnanti di una  scuola privata di Amman, il Victoria College, che erano in gita scolastica.

27 ottobre 2018, 12:03