Versione Beta

Cerca

Vatican News
Papa Francesco Papa Francesco 

Il Papa per i 30 anni del Sir: siate liberi e lontani da modelli riduttivi

Nel Messaggio per i trent’anni di attività dell’agenzia di informazione Sir, Papa Francesco esorta ad aiutare a comprendere i fatti nella loro complessità e nel loro significato profondo

Marco Guerra – Città del Vaticano

“Trent’anni rappresentano, certamente, un bel traguardo, ma non sono e non devono essere considerati un punto d’arrivo”. Il 25 ottobre del 1988 l’agenzia giornalista Sir pubblicava il suo primo bollettino, in occasione di questa ricorrenza trentennale Papa Francesco ha inviato un Messaggio di auguri e uno speciale incoraggiamento all’attuale direttore Vincenzo Corrado.

“Continuate a svolgere il vostro impegno cercando sempre quella stessa novità con cui i padri fondatori hanno pensato e , poi, dato forma ad un progetto unico nel suo genere”, scrive Papa Francesco, “siete stati fautori di comunione nell’informazione, sia ecclesiale sia socio-culturale. Continuate ad esserlo!”.

Il Santo Padre ricorda quindi che la LIII Giornata Mondiale delle Comunicazioni sociali, che si celebra nel 2019, sarà dedicata al tema “Siamo membra gli uni degli altri” (Ef 4,25) Dalle community alle comunità e ha evidenziato l’impegno del Sir “nella promozione di una comunità informativa, fondata sull’autenticità e sulla reciprocità”.

Tendere sempre alla verità 

Francesco esorta poi i giornalisti dell’agenzia a continuare ad esercitare la professione “tendendo sempre alla verità”. Attingendo al messaggio dell’ultima Giornata Mondiale della Comunicazioni Sociali, il Pontefice spiega che “per discernere la verità occorre vagliare ciò che asseconda comunione e promuove il bene”. Il Sir viene dunque spronato a proseguire sulla strada dell’innovazione, non trascurando però lo sguardo verso tutti i territori: italiani, europei, mediorientali e internazionali.  “Il territorio non è un semplice confine geografico, è qualcosa di più: indica l’esistenza delle persone che lo abitano”, si legge ancora nel Messaggio, “sulla scia dei settimanali diocesani, fatevi voce di chi non ha voce. Continuate ad accendere i vostri fari informativi su tutte le periferie. Fatevi carico comunicativo delle storie che raccontate. Appassionatevi sempre di più alla verità. Siate custodi delle notizie”.

Infine Francesco chiede di “puntare sempre di più sulla pienezza di un’informazione di qualità che sa costruire ponti di comprensione e dialogo”. “Siate liberi e lontani da modelli riduttivi. Aiutate a comprendere i fatti nella loro complessità e nel loro significato profondo” conclude il Papa.

 

29 ottobre 2018, 10:00