Versione Beta

Cerca

Vatican News

Santa Marta. Papa: nel cuore dell’uomo eterna battaglia tra bene e male

Nella Messa celebrata a Santa Marta, il Pontefice riflette sulla Lettera di san Paolo ai Corinzi e invita tutti a lasciare spazio nella propria vita all’opera dello Spirito di Dio

Barbara Castelli – Città del Vaticano

Il cuore dell’uomo è come un “campo di battaglia”, dove si fronteggiano ogni giorno due “spiriti” differenti: quello di Dio e quello del mondo. Così Papa Francesco, celebrando la Messa a Santa Marta. Il Pontefice rimarca che l’unica strada per “avere il pensiero di Cristo”, per comprenderne davvero il cuore, è lasciare spazio allo Spirito Santo, compiendo ogni giorno un “esame di coscienza”.

 

“Ci sono due spiriti, due modalità di pensare, di sentire, di agire: quella che mi porta allo Spirito di Dio e quella che mi porta allo spirito del mondo. E questo succede nella nostra vita: noi tutti abbiamo questi due ‘spiriti’, diciamo così. Lo Spirito di Dio, che ci porta alle opere buone, alla carità, alla fraternità, a adorare Dio, a conoscere Gesù, a fare tante opere buone di carità, a pregare: questo. E l’altro spirito del mondo, che ci porta verso la vanità, l’orgoglio, la sufficienza, il chiacchiericcio: tutta un’altra strada. Il nostro cuore – diceva un santo – è come un ‘campo di battaglia, un campo di guerra dove questi due spiriti lottano’”.

04 settembre 2018, 12:17