Versione Beta

Cerca

Vatican News
Il tweet di Papa Francesco del 18 agosto 2018 Il tweet di Papa Francesco del 18 agosto 2018 

Papa su Twitter: “L' amore supera la difficoltà"

Il Pontefice, attraverso la sua pagina Twitter ufficiale, ha diffuso un messaggio sull'amore, che "ci fa andare avanti". La testimonianza di suor Chiara Veronica, del convento delle clarisse di Milano

Luisa Urbani – Città del Vaticano

Papa Francesco, oggi, ha voluto dedicare il suo tweet all’ amore scrivendo che “L’ amore supera la difficoltà; l’amore ci fa andare avanti.”
Un messaggio che arriva poco dopo il disastro del ponte di Genova e a pochi giorni dal secondo anniversario del terremoto del Centro Italia del 2016. Due tragedie che hanno profondamente segnato la vita di tutti e che hanno dimostrato come la forza dell’ amore aiuti ad andare avanti nonostante tutte le difficoltà.

La storia di Gianluca: l’amore per il figlio lo ha tenuto in vita

Gianluca è uno dei sopravvissuti alla tragedia di Genova. Un vero e proprio miracolo in mezzo al dramma del ponte Morandi, crollato a Genova il 14 agosto. “Gianluca è rimasto aggrappato – ha dichiarato, in un’intervista,  la fidanzata – io credo anche per la volontà di vedere nascere suo figlio”. Il solo pensiero del piccolo che sta per venire alla luce, l’ amore per lui, ha aiutato Gianluca a resistere e a salvarsi.

L’amore più forte del terremoto

Quando la terra trema c’è chi, per amore, è disposto a sacrificare la propria vita, come Gesù ha fatto per noi. È la storia dell'amore di una nonna. La nonna che a Pescara del Tronto, frazione di Arquata del Tronto andata distrutta in provincia di Ascoli Piceno, ha chiamato a sé i due nipotini e li ha fatti scivolare sotto il suo letto. La casa è crollata, ma i bambini sono stati estratti vivi grazie all'intervento della nonna. E alla fine anche la nonna ce l'ha fatta.

La concretizzazione dell’amore: un gesto gratuito...

Tragedie che raccontano storie di persone comuni, che hanno concretizzato quello che oggi ricorda il Pontefice nel suo messaggio, perché l’amore non è un concetto astratto, ma si concretizza nella vita di tutti i giorni, come sottolinea anche suor Chiara Veronica, del Convento delle Clarisse di Milano, in un’intervista a Vatican News. “L ’amore non è bella idea o un sentimento, ma è qualcosa che li supera. È un’esperienza, è un gesto di gratuità che si riceve e si dona. Quando si vive un’esperienza di qualcosa di gratuito che viene a noi, o che da noi viene dato senza interesse, allora si può comprendere cosa è l’amore. Questo amore è un motore che spinge oltre. L’ amore ci aiuta a metterci davanti alla vita con uno sguardo diverso che è lo sguardo della gratuità".

... e semplice

“L’ amore – prosegue suor Chiara Veronica - si declina attraverso gesti semplici, come sono quelli che descrive il Papa, nell’esortazione Gaudete et exsultate, parlando delle beatitudini: l’essere miti, il piangere con gli altri, l’accogliere le diversità. In questi gesti si vede la concretezza dell’amore, proprio attraverso le relazioni quotidiane in cui uno riesce, con la forza di un’esperienza di gratuità, ad andare avanti ricambiando, soprattutto, il male con il bene. L’ amore aiuta a rispondere al male attraverso il bene e il bene lo si compie attraverso gesti concreti della vicinanza, dell’amicizia o della parola che porta conforto”.

Amore e tragedie

Ma cosa c’ entra l’ amore con queste situazioni? “ C’ entra molto – risponde Suor Chiara Veronica - L’ amore non toglie le difficoltà, ma aiuta a viverle, a guardarle con uno sguardo diverso e nuovo. Con una forza che fa capire che anche dentro le difficoltà, qualcosa ci può aiutare ad andare avanti. Anche dentro le difficoltà c’è una ricreazione. E questo dona la forza di fare dei passi avanti.
Qui occorre ricreare una fiducia che viene nel prendersi per mano e aiutarsi a camminare in questi momenti perché sono situazioni che non hanno risposte se non la risposta dell’amore. Amore che è gratuità di fronte alla vita e che ci fa guardare in modo diverso. E qui entra in gioco la fede. È la certezza che il Signore non  ci abbandona mai nelle situazioni, ma è al nostro fianco e ogni drammaticità la porta con noi, aiutandoci e dandoci la forza per compiere ogni giorno il passo necessario”.

18 agosto 2018, 14:30