Versione Beta

Cerca

Vatican News
Cuore Immacolato della Beata Vergine Maria Cuore Immacolato della Beata Vergine Maria 

Papa: Maria, Madre tenera e umile, è come Dio vuole la sua Chiesa

"Madre tenera, umile, povera di cose e ricca di amore". Nel tweet odierno Papa Francesco ricorda che il Cuore Immacolato di Maria deve essere modello per la Chiesa

Gabriella Ceraso - Città del Vaticano

"Maria è esattamente come Dio vuole la sua Chiesa: Madre tenera, umile, povera di cose e ricca di amore". Il tweet di Papa Francesco di oggi è dedicato alla memoria liturgica del Cuore Immacolato della Beata Vergine Maria. Una festa estesa da Pio XII nel 1944 a tutta la Chiesa, in ricordo della consacrazione del mondo a Maria da lui compiuta il 31 ottobre 1942, in seguito alle richiesta della Beata Alexandrina Maria da Costa e di Suor Lucia di Fátima. La preghiera di consacrazione, recitata dal Pontefice, fu divulgata tramite radiomessaggio in quell'ora "tragica della storia umana" afflitta dalla II Guerra Mondiale:

“ A Voi, al vostro Cuore Immacolato, in quest'ora tragica della storia umana, ci affidiamo e ci consacriamo, non solo in unione con la Santa Chiesa, corpo mistico del vostro Gesù, che soffre e sanguina in tante parti e in tanti modi tribola, ma anche con tutto il mondo straziato da feroci discordie, riarso in un incendio di odio, vittima della propria iniquità. ”

Simbologia 

La memoria del Cuore Immacolato di Maria cade il giorno dopo la solennità del Sacro Cuore di Gesù. Due momenti che riportano all'essenza della vita cristiana perchè il cuore è il luogo nel quale Dio lavora incessantemente. Circondato da una corona di fiori, emblema di purezza, e trapassato da una spada, a simboleggiare il dolore che la Madre provò per la morte del Figlio, è così che il Cuore Immacolato di Maria viene tradizionalemente rappresentato. Se l'origine della devozione risale alle parole dell'evangelista Luca, la prima traccia di culto pubblico è legata a S. Giovanni Eudes a Napoli nel 1640 e ai religiosi della sua congregazione.

La consacrazione del mondo a Maria

Il mondo intero è stato più volte consacrato al Cuore Immacolato di Maria da diversi Pontefici. Lo fece Giovanni Paolo II il 25 marzo del 1984, durante l'Anno Santo della Redenzione - consacrando in modo speciale la Russia in unione con tutti i vescovi del mondo - e anche Papa Francesco il 13 ottobre 2013 davanti alla statua della Madonna di Fatima, trasportata dal Portogallo a Roma in occasione della Giornata Mariana in Piazza San Pietro:

“ Guardiamo Maria: dopo l’Annunciazione, il primo gesto che compie è di carità verso l’anziana parente Elisabetta; e le prime parole che pronuncia sono: “L’anima mia magnifica il Signore”, cioè un canto di lode e di ringraziamento a Dio non solo per quello che ha operato in lei, ma per la sua azione in tutta la storia della salvezza. Tutto è suo dono. Se noi possiamo capire che tutto è dono di Dio, quanta felicità nel nostro cuore! Tutto è suo dono. Lui è la nostra forza! Dire grazie è così facile, eppure così difficile! ”

 

09 giugno 2018, 09:59