Versione Beta

Cerca

Vatican News

Papa all’associazione Logia: tramite i media edificare il bene comune

"Attraverso la presenza nell’ambito pubblico e nei media attestate di seguire Cristo". Così Francesco ha ringraziato la delegazione di Logia, organismo cattolico belga, ricevuta stamane nella Sala del Concistoro

Marco Guerra - Città del Vaticano

Papa Francesco ha ricevuto questa mattina in udienza una delegazione dell’associazione belga “Logia”, organismo cattolico nato nelle Fiandre impegnato a promuovere i valori cristiani nei media fiamminghi su temi al centro del dibattito pubblico: economia, sviluppo sostenibile, politica e religione.

Testimoni di fede autentica in società secolarizzata

Il Santo Padre ha ringraziato i 150 esperti fiamminghi presenti all’incontro, evidenziando che in una “società secolarizzata”, dove alcuni vorrebbero relegare la religione “nella segreta intimità delle persone”, l’obiettivo di Logia dimostra che una fede autentica implica sempre un profondo desiderio “di lasciare qualcosa di migliore dopo il nostro passaggio sulla terra”.

Contaminare il dibattito pubblico

Un servizio prezioso perché teso a contaminare tutti gli ambiti del dibattito pubblico, aspetto messo a fuoco nella riflessione del Papa pronunciata alla delegazione fiamminga:

Così, attraverso la vostra presenza nel cuore dell’ambito pubblico e nei media, voi attestate che la scelta di seguire Cristo e di mettere in pratica le sue parole non costituisce mai una perdita di umanità ma favorisce lo sviluppo dei nostri talenti e delle nostre competenze in vista del bene di tutti, al servizio dell’edificazione di una società più giusta, più fraterna, più umana secondo il cuore di Dio.

Bene comune e tradizione cristiana

Francesco ha incoraggiato quindi i membri di Logia a mettere in luce, mediante la partecipazione al dibattito pubblico, “che il Vangelo è una via di umanizzazione alla scuola di Gesù”, nostro Signore e nostro Maestro, non come dei nemici che puntano il dito e condannano, ma con dolcezza e rispetto, senza stancarvi di fare il bene.

Il Pontefice ha poi auspicato che, attraverso le molteplici iniziative, Logia possa testimoniare il desiderio della Chiesa di accompagnare, con le diverse forze sociali, “le proposte che meglio possono rispondere alla dignità della persona umana e al bene comune”,  appoggiandosi sulla grande ricchezza della tradizione cristiana e sulla Dottrina sociale della Chiesa.

Per fare ciò, non abbiate paura di chiedere con insistenza, nella vostra preghiera e con la vostra partecipazione ai Sacramenti, l’aiuto dello Spirito Santo

Costruire ponti con attenzione a piccoli e poveri

Francesco ha concluso il suo discorso ai membri dell'organismo cattolico esortandoli a costruire con audacia e perseveranza, “ponti tra gli uomini, tra le generazioni, tra i diversi ambiti sociali e professionali”, riservando un’attenzione particolare ai piccoli, ai poveri e a tutte le persone che sono, in un modo o nell’altro, escluse.

12 maggio 2018, 12:20