Versione Beta

Cerca

VaticanNews

Papa: cristiani “in uscita”, ascoltando lo Spirito

Il Papa alla Messa a Casa Santa Marta ha riflettuto sul senso dell’evangelizzazione che, ha detto, non si fa in poltrona ma in uscita, accostandosi alla gente, partendo da situazioni concrete

Giada Aquilino - Città del Vaticano

Tutti i cristiani hanno l’“obbligo” e la “missione” di evangelizzare, chiedendo la grazia di ascoltare lo Spirito per “essere in uscita”, dimostrando “vicinanza alla gente” e partendo “non dalle teorie ma dalle situazioni concrete”. Così stamani Papa Francesco alla Messa mattutina a Casa Santa Marta. Come i discepoli, per il vento delle persecuzioni, si dispersero un po’ dappertutto, andando oltre e seminando la Parola di Dio, così i cristiani - ha detto il Pontefice - sono spinti all’evangelizzazione. Essa “si struttura” su tre parole chiave: “alzati”, “accostati” e “parti dalla situazione”. Non esiste infatti un’evangelizzazione “da poltrona”, ma “in movimento”, per accostarsi “corpo a corpo” alla gente, partendo “dalla situazione” e non da una “teoria”.

Queste tre parole sono chiave per tutti noi cristiani, che dobbiamo evangelizzare con la nostra vita, con il nostro esempio, e anche con la nostra parola. “Alzati, alzati”; “accostati”: vicinanza; e “parti dalla situazione”, quella concreta. Un metodo semplice, ma è il metodo di Gesù.

19 aprile 2018, 12:42