Versione Beta

Cerca

Vatican News
Codice Diritto Canonico Codice Diritto Canonico 

Il Papa nomina mons. Iannone presidente del Pontificio Consiglio per i Testi Legislativi

Il Santo Padre ha accolto la rinuncia del cardinale Coccopalmerio, 80 anni, all'incarico di presidente del Pontificio Consiglio per i Testi Legislativi. Gli succede mons. Filippo Iannone, finora segretario aggiunto dello stesso Dicastero

Salvatore Tropea – Città del Vaticano

Mons. Filippo Iannone, arcivescovo-vescovo emerito di Sora-Cassino-Aquino-Pontecorvo, è stato nominato dal Santo Padre nuovo presidente del Pontificio Consiglio per i Testi Legislativi. Papa Francesco ha accolto la rinuncia, presentata per raggiunti limiti di età, del Cardinale Francesco Coccopalmerio, che dal 2007 ricopriva l’incarico e che il 6 marzo scorso ha compiuto 80 anni. Mons. Iannone era già all'interno del Pontificio Consiglio con la carica di segretario aggiunto.

Il nuovo presidente

Mons. Iannone, dell’Ordine dei Carmelitani, è nato a Napoli il 13 dicembre del 1957. È entrato nell’Ordine il 1° agosto 1976, dopo la licenza liceale. Ha svolto il noviziato nella comunità dei Ss. Silvestro e Martino a Roma e lo studentato presso la comunità del Carmine Maggiore a Napoli. Ha emesso la prima professione, come carmelitano, il 1° ottobre 1977 e la professione solenne il 15 ottobre 1980, per poi essere ordinato sacerdote il 26 giugno 1982. Mons. Iannone ha compiuto gli studi teologici alla Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale, conseguendo il baccalaureato in Teologia; in seguito, alla Pontificia Università Lateranense, ha ottenuto il dottorato in utroque iure e, presso il Tribunale della Sacra Romana Rota, ha ottenuto il diploma di avvocato rotale.

Precedenti incarichi

Nell’Ordine Carmelitano ha ricoperto gli incarichi di economo commissariale dal 1985 al 1988; economo nazionale dal 1988 al 1991; consigliere commissariale dal 1988 al 1994 e presidente della Commissione per la revisione delle Costituzioni dal 1989 al 1995. Nell’arcidiocesi di Napoli ha svolto gli uffici di difensore del Vincolo del Tribunale regionale Campano dal 1987 al 1990; vicario giudiziale aggiunto del Tribunale diocesano di Napoli dal 1990 al 1994; vicario episcopale per la IV zona pastorale dal 1994 al 1996 e pro vicario generale dal 1996 al 2001. È stato inoltre docente di Diritto Canonico, in qualità di professore associato, nella Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale. Ha tenuto corsi, come professore inviato, presso alcuni Istituti Superiori di Scienze Religiose e presso la Scuola di Specializzazione in Diritto Ecclesiastico e Canonico della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi Federico II di Napoli. Mons. Iannone, nominato vescovo ausiliare di Napoli il 12 aprile 2001, ha ricevuto l’ordinazione episcopale il 26 maggio dello stesso anno. Il 19 giugno 2009 è stato nominato vescovo di Sora-Aquino-Pontecorvo.

07 aprile 2018, 12:00