Versione Beta

Cerca

VaticanNews

Discorso di Papa Francesco agli infermieri - VIDEO

Papa Francesco agli infermieri: siete chiamati ad assolvere un compito insostituibile di umanizzazione in una società distratta, che troppo spesso lascia ai margini le persone più deboli, interessandosi solo di chi vale, o risponde a criteri di efficienza o di guadagno

Gli infermieri, “crocevia di mille relazioni che richiedono attenzione, competenza e conforto”, sono insostituibili. E’ quanto ha affermato Papa Francesco incontrando i membri della Federazione dei Collegi Infermieri professionali, Assistenti Sanitari, Vigilatrici d'Infanzia (Ipasvi) che, con quasi 450 mila iscritti, è il più grande ordine professionale italiano. 

 Rivolgendosi agli infermieri, Papa Francesco ha ricordato durante l'udienza una suora domenicana, suor Cornelia Caraglio. Il Papa ha detto che quando, all'età di 20 anni era in fin di vita, è sopravvissuto grazie al suo aiuto:

Con il vostro permesso, io vorrei rendere omaggio a un’infermiera che mi ha salvato la vita. Era un’infermiera suora: una suora italiana, domenicana, che è stata inviata in Grecia come professoressa, molto colta... Ma sempre come infermiera poi è arrivata in Argentina. E quando io, a vent’anni, ero in punto di morte, è stata lei a dire ai dottori, anche discutendo con loro: “No, questo non va, bisogna dare di più”. E grazie a quelle cose, io sono sopravvissuto. La ringrazio tanto! La ringrazio. E vorrei nominarla qui, davanti a voi: suor Cornelia Caraglio. Una brava donna, anche coraggiosa, al punto da discutere con i medici. Umile, ma sicura di quello che faceva. E tante vite, tante vite si salvano grazie a voi!

03 marzo 2018, 12:37