Versione Beta

Cerca

Vatican News
Papa Francesco intervistato ad ottobre da Tv2000 sulla preghiera del  Padre nostro Papa Francesco intervistato ad ottobre da Tv2000 sulla preghiera del Padre nostro  

Papa Francesco ringrazia in diretta TV2000 che compie 20 anni

Telefonata a sorpresa del Papa a TV2000 che oggi festeggia i 20 anni di attività. Parole di gratutudine e di apprezzamento da parte di Francesco che poi dà la sua benedizione

Adriana Masotti - Città del Vaticano

Graditissima sorpresa oggi per i giornalisti e per tutti i lavoratori di TV2000, l'emittente televisiva che fa riferimento alla Conferenza episcopale italiana: intorno alle  14.00, Papa Francesco è intervenuto in diretta telefonica. L'occasione è stata la ricorrenza dei 20 anni di attività dell'emittente.  

Parole di apprezzamento e di gratitudine

Il saluto del Papa è durato circa 1' 30". A raccogliere le parole di Francesco il direttore dell'informazione di TV2000 Lucio Brunelli. Il Papa ha espresso apprezzamento per l'operato della tv, ha augurato buona festa per oggi e buon lavoro per altri 20 anni. Ha ringraziato per ciò che l'emittente sta facendo e ha chiesto di pregare per lui. Infine un abbraccio a tutti i dipendenti e la sua benedizione.

Ascolta la voce del Papa

Un pò di storia dell'emittente

La tv, che ha la sede centrale a Roma, debuttò il 9 febbraio 1998. Fino al 13 settembre 2009 si è chiamata  'Sat2000' e trasmetteva solo dal satellite, anche se alcuni programmi erano visibili grazie a degli accordi con emittenti locali. Poi è diventata l'attuale Tv2000.

Il primo a dirigere il canale televisivo, dal 1998 al 2005,  è stato Emmanuele Milano, già direttore di Rai 1 e successivamente di Telemontecarlo. A seguire, fino al 2014, direttore è stato Dino Boffo mentre l'informazione era affidata a Stefano De Martis. Dalla primavera del 2014 il nuovo direttore è Paolo Ruffini. Oggi Tv2000, nella fascia della mattina, è per ascolti, la 9° rete nazionale.

La gioia per la chiamata del Papa

La gioia per la chiamata dal Vaticano, in un primo momento respinta perchè arrivata da un numero sconosciuto, la esprime per tutti il direttore Brunelli: non ci speravamo, dice, siamo felici. Con il nostro lavoro cerchiamo di rivolgerci anche ai giovani, a chi non si definisce cattolico e alle persone che desiderano una TV di qualità.

 

Ascolta l'intervista di Alessandro Guarasci a Lucio Brunelli

 

 

 

09 febbraio 2018, 14:57