Cerca

Vatican News

Papa: concerto in Vaticano sia occasione per seminare tenerezza

Il Natale è una festa capace di scaldare i cuori, far superare l'indifferenza, incoraggiare il dono gratuito: occorre diffondere questo messaggio e anche l'arte può farlo. Così il Papa ricevendo i promotori del Concerto in Vaticano in programma sabato 16 dicembre

Gabriella Ceraso - Città del Vaticano
Ultimo aggiornamento 16-12-2017

Ultimi preparativi in Aula Paolo VI per il Concerto di Natale in Vaticano previsto questo sabato con il sostegno e il patrocinio della Congregazione per l’Educazione Cattolica.

Il Natale è festa che scalda i cuori e rimuove l'indifferenza 
Promotori e protagonisti sono stati ricevuti ieri dal Papa in Aula Clementina e le prime parole di Francesco sono state di ringraziamento e di apprezzamento. A quanti si esibiranno e al pubblico che raccoglierà fondi per aiutare i ragazzi della Repubblica Democratica del Congo e dell’Argentina, il Papa ha riconosciuto “sensibilità alle necessità dei più bisognosi e disagiati che domandano aiuto e solidarietà”. Il significato del Natale, ha spiegato, sta anche in questo:

Il Natale, lo sappiamo, è una festa sentita, partecipata, capace di riscaldare i cuori più freddi, di rimuovere le barriere dell’indifferenza verso il prossimo, di incoraggiare all’apertura verso l’altro e al dono gratuito. Per questo c’è bisogno anche oggi di diffondere il messaggio di pace e di fraternità proprio del Natale

Arte è mezzo per aprire cuore e menti al vero significato del Natale
C’è bisogno, ha aggiunto, di “rappresentare” il Natale con i “sentimenti autentici che lo animano”, quindi, con riferimento allo spettacolo, ha detto:

L’arte è un formidabile mezzo per aprire le porte della mente e del cuore al vero significato del Natale. La creatività e la genialità degli artisti, con le loro opere, anche con la musica e il canto, riescono a raggiungere i registri più intimi della coscienza. L’arte entra proprio nell’intimo della coscienza.

Infine nelle ultime parole di Francesco ai circa 180 presenti all’udienza l'auspicio per il Concerto:

Possa essere un’occasione per seminare la tenerezza – eh…questa parola tanto dimenticata oggi: violenza, guerra… – no, no: tenerezza. Per seminare la tenerezza la pace e l’accoglienza, che scaturiscono dalla grotta di Betlemme.

Ascolta il servizio con la voce del Papa
15 dicembre 2017, 16:36