Versione Beta

Cerca

VaticanNews

Grazie, Papa Francesco! La gioia dei detenuti di Latina per gli auguri del Santo Padre

Mons. Gaid ha portato alla vigilia di Natale gli auguri del Pontefice agli ospiti della Casa di reclusione del capoluogo pontino

Davide Dionisi - Città del Vaticano

La casa di reclusione di Latina non è nuova alle sorprese di Papa Francesco. Già tre anni fa il Santo Padre inviò un messaggio ai suoi ospiti attraverso mons. Yoannis Lahzi Gaid.

Lo stesso officiale della Segreteria di Stato e stretto collaboratore del Pontefice si è recato nuovamente, il 23 dicembre scorso, nel capoluogo pontino per celebrare la messa con le detenute.

Nella testimonianza del cappellano, Don Nicola Cupaiolo, la cronaca della giornata, le emozioni e l’entusiasmo della comunità nell’accogliere il saluto e gli auguri del Papa.

Il sacerdote racconta anche le difficoltà che quotidianamente incontra nello svolgere il suo servizio, i problemi legati al continuo turnover, la solitudine nel tempo di Natale e la riconoscenza che i detenuti gli manifestano costantemente per il suo prezioso servizio. 

Ascolta l’intervista Don Nicola Cupaiolo 

 

Ascolta e scarica il podcast con l'intervista con don Nicola Cupaiolo
30 dicembre 2017, 13:07