Versione Beta

Cerca

Vatican News
Papa Francesco in  Bangladesh Papa Francesco in Bangladesh 

Il Papa è arrivato in Bangladesh

"Armonia e pace", il motto del Viaggio in Bangladesh di Francesco.

di Emanuela Campanile

Papa Francesco è atterrato a Dhaka: inizia ora la seconda tappa di questo Viaggio “asiatico”. Accolto dalle autorità locali, dopo la cerimonia di benvenuto, visiterà il National Martyr’s Memorial di Savar e renderà omaggio al Padre della Nazione nel Bangabandhu Memorial Museum. Previsto, nel pomeriggio, il discorso alle autorità, alla società civile e al corpo diplomatico.

Nel messaggio di ringraziamento al presidente del Myanmar, Htin Kyaw, Papa Francesco ha espresso il Suo apprezzamento alle Istituzioni e “all’amato popolo del Myanmar per la generosa e calorosa accoglienza”. Invocando la benedizione sull’intera nazione, ha assicurato la Sua “fervente preghiera  per la pace e l’armonia nel Paese”.

Prima di lasciare l’ex colonia britannica per il Bangladesh, il Papa ha donato all’Arcivescovado di Yangon una scultura che raffigura San Francesco nell’atto di proclamare la famosa “Predica agli uccelli”: simbolo di fratellanza tra l’uomo e il creato.

La popolazione del Bangladesh conta 170 milioni di abitanti di cui l'88% sono musulmani, per la maggior parte sunniti. Gli induisti rappresentano il 9%, mentre i cristiani, in gran parte cattolici,  sono solo l'1% così come i buddisti. L'islam è la religione di Stato.

30 novembre 2017, 10:21