Cerca

Vatican News
La città di Gaza bombardata La città di Gaza bombardata 

Gaza: la guerra non si ferma. Aumenta il numero delle vittime

L'offensiva contro Gaza “andrà avanti per tutto il tempo necessario”: Il premier israeliano Netanyahu detta tempi lunghi per l’operazione sulla Striscia di Gaza, attaccata con aviazione e carri armati, ma non con le truppe di terra. Decine di razzi da parte palestinese sul territorio ebraico. Aumenta drammaticamente il numero delle vittime

Francesca Sabatinelli – Città del Vaticano

“Ho detto che Hamas avrebbe pagato un prezzo molto alto”: è così che Netanyahu avverte Gaza, con un messaggio su Twitter, preannunciando che l’attacco andrà avanti, per tutto il tempo necessario e con grande intensità. L’operazione, per il momento, però non è affidata alle truppe di terra, in un primo tempo date per entrate a Gaza, salvo poi una marcia indietro e la smentita dell’ingresso dei soldati. Ieri l'esercito aveva dispiegato al confine con la Striscia unità di fanteria e corazzati e richiamato 9 mila riservisti.

Il dramma dei civili

Il bombardamento continua; colpiti dall’aviazione dello Stato ebraico oltre 150 obiettivi di Hamas, il movimento che controlla la Striscia. E continua anche il lancio di missili da Gaza, oltre 2 mila dall’inizio della crisi. Media locali riferiscono di palestinesi in fuga dal nord della striscia verso Gaza City, mentre alla popolazione israeliana a 4 chilometri dalla Striscia è stato ordinato di rimanere chiusi nei rifugi. Domenica si terrà una riunione virtuale del Consiglio di Sicurezza dell’Onu, ma la comunità internazionale è divisa sulle responsabilità dell’escalation di violenza. Intanto il bilancio delle vittime continua a drammaticamente a salire, 9 le vittime israeliane, oltre 110 quelle palestinesi, e tra loro decine di bambini. 

14 maggio 2021, 09:36