Cerca

Vatican News

Migranti, in 5000 arrivati a Ceuta

Nell'enclave spagnola è emergenza. Tra le migliaia di persone giunte dal Marocco ci sono circa 1500 minori

Emanuela Campanile - Città del Vaticano

Un numero senza precedenti, una "marea umana" come la definiscono i giornali locali. In 24 ore, la città spagnola di Ceuta situata sulla costa del Nord Africa è stata raggiunta da 5000 persone. A nuoto o su imbarcazioni di fortuna hanno lasciato la costa del Marocco a sud dell'enclave iberica, anche 1500 minori. 

Le azioni di emergenza

Il Centro di coordinamento, formato dall'Amministrazione Generale dello Stato e dalla Citta' Autonoma, ha deciso di rafforzare i frangiflutti e il confine, di trasferire nel campo di calcio della città gli immigrati adulti per poi procedere al loro rimpatrio, e di riunire il gruppo di minori in un ricovero temporaneo .

Il comitato di coordinamento

La Guardia Civile rafforzera' la propria presenza lungo il confine. Allo stesso tempo, e' stato creato un comitato di coordinamento composto dalle forze e dagli enti di sicurezza dello stato, polizia locale e membri del comando generale di Ceuta per controllare tutti "i punti sensibili" della citta' e mantenere l'ordine nelle strade. Per questo, un dispositivo di intervento congiunto e' stato predisposto ed e' gia' operativo.

18 maggio 2021, 07:58