Vatican News

Forum delle Associazioni sociosanitarie: più attenzione per poveri e persone sole

In occasione della Giornata mondiale della Salute, il Forum ricorda che soprattutto in un grave contesto come quello che stiamo vivendo non si possono lasciare soli “i più fragili, i più poveri e coloro che vivono in solitudine”

Amedeo Lomonaco – Città del Vaticano

La pandemia ha  determinato in Italia “un incremento delle disuguaglianze nel mondo della  salute”. È quanto denuncia il presidente del Forum delle associazioni sociosanitarie, Aldo Bova, sottolineando che sono aumentate notevolmente “le difficoltà nell’accedere alle cure per i più fragili e per i più bisognosi”. In questa situazione non si può restare indifferenti. In Italia e nel mondo “si deve agire per migliorare le condizioni di salute di tutti sotto il profilo fisico, psichico e di benessere generale”. Queste sono alcune delle priorità indicate dal Forum nel giorno in cui si celebra la Giornata Mondiale della Salute, incentrata quest’anno sul tema: “Costruire un mondo più giusto e più sano”. Come scrive oggi Papa Francesco in un tweet, “tutti, soprattutto le persone più fragili, hanno bisogno di assistenza. Solo insieme possiamo costruire un mondo più giusto e più sano". Ricordando queste parole del Pontefice, il presidente del Forum lancia l’appello a “lavorare per uno sviluppo integrale della  persona umana”.  

Maggiore attenzione per i più fragili e per le persone sole

Si deve superare la “cultura dello scarto” che esclude i più fragili. Riferendosi in particolare al contesto italiano, il dottor Aldo Bova sottolinea che “vanno ristrutturati i servizi di prevenzione e  vanno  rinforzati o creati i servizi sui territori, tenendo in grande attenzione i più poveri e coloro che vivono in solitudine”. Si devono anche creare “le migliori condizioni di sviluppo della  ricerca nel campo della  salute“. Un’altra strada da percorrere è quella in grado di “sviluppare la  cultura  del rapporto umano fra operatori sanitari e persona sofferente”. Allargando lo sguardo allo scenario mondiale, il Forum delle Associazioni sociosanitarie indica infine una linea non più rinviabile: “gli Stati  più ricchi devono farsi carico della vaccinazione rapida nei Paesi più poveri”. Si tratta di un impegno da promuovere non solo per rispondere all’etica e alla morale. Se “non si debella l’infezione Covid-19 a  livello mondiale - ricorda il dottor Bova - non si vince la  pandemia”.

Forum delle Associazioni socio sanitarie

Al Forum aderiscono varie Associazioni. Tra le finalità di questo organismo ci sono la promozione e il sostegno della vita e della salute nel rispetto della persona umana alla luce dei documenti del magistero della Chiesa cattolica. Tra gli obiettivi anche quelli  dello sviluppo sociale, del contrasto alla povertà e alle discriminazioni che impediscono l’accesso alle cure. Il Forum delle Associazioni socio sanitarie sostiene inoltre politiche tese alla la salute e al benessere che siano rispettose della persona, del suo sviluppo umano integrale e delle sue relazioni familiari.

07 aprile 2021, 19:05